QR code per la pagina originale

La storia della @

,

La chiocciola (o chiocciolina) è uno simbolo entrato recentemente fra i 500 termini mediamente più usati, poiché gli indirizzi mail contengono proprio la @ fra nome dell’account e dominio. Però la storia di questo simbolo, è davvero molto articolata e soprattutto non priva di angoli “oscuri”.

Ecco come viene nominata la @ in alcune lingue del mondo (link):

  • bulgaro: ????????? ?;
  • catalano: Arrova;
  • ceco: Zaviná?;
  • cinese a Taiwan: ??? (Xiao Laoshu);
  • cinese nel continente: ?a (Juan a);
  • coreano: ??? (Daseulgi);
  • danese: Snabel-a;
  • ebraico: ?????? (Strudel);
  • esperanto: Heliko;
  • estone: Ätt, kassisaba;
  • olandese: Apenstaartje;
  • greco: ?????? (pron.: Papaki = piccolo papero);
  • italiano: Chiocciola o at;
  • inglese: At sign;
  • francese: Arobase/arrobe o arabesque o petit escargot;
  • finlandese: Ät-merkki;
  • polacco: Ma?pa (pron.: Màupa = scimmia);
  • lingua slovena: Afna;
  • serbo: ???? ? (A pazza) o ?????? maìmunche (scimmia);
  • portoghese: Arroba;
  • vietnamita: Còng;
  • ungherese: Kukac (pron: kukats = vermicello);
  • tedesco: Klammeraffe / At-Zeichen;
  • rumeno: Coad? de maimu??;
  • russo: ?????? (Sobaka = cane);
  • svedese: Snabel-a;
  • spagnolo: Arroba o ensaimada o caracol;

Di certo, non essendo filologi, in questo articolo si cerca di dare semplicemente qualche simpatica curiosità riguardo la famosa “@”. Iniziamo con la storia di questo carattere: la chiocciola nacque al tempo dei romani, che la utilizzavano in alcuni testi per indicare la preposizione “ad” (“verso” in latino, se collegata all’accusativo di moto a luogo).

La 1° apparizione della chiocciola

Testi dove serviva avere una certa rapidità e capacità riassuntiva, come in documenti di contabilità. Venne poi ripresa, da quanto ci è pervenuto, da alcuni mercanti veneziani nel ‘500 (scoperto dallo studioso Giorgio Stabile, il primo documento dove compare la “@” è firmato da Francesco Lapi nel 1537) presso i quali era un segno che rappresentava l’anfora (“inventata” dai romani, fu una delle tantissime unità utilizzate in quel periodo per la misura di peso e capacità di liquidi).

Successivamente, la nostra chiocciola si trasforma presso i popoli di lingua inglese da “ad” a “at”, cambiando quindi lo stesso significato, da “verso” a “presso”. Fino ad oggi il significato datogli dai popoli anglofoni è rimasto, infatti, dal novecento fino ad oggi, prima con le macchine da scrivere, poi con i computer, è divenuta un simbolo prevalentemente utilizzato in campo informatico.

Chi vuole approfondire l’argomento, può leggere il libro Storia di @ di Bruno Giussani o “The @ Book” (in inglese).

Notizie su: