QR code per la pagina originale

iTunes: il DRM resta (per il momento)

,

Ci avevano sperato un po’ tutti: se si fosse realizzato il rumor che indicava in martedì 9 dicembre il completo abbandono della protezione DRM per i brani in vendita su iTunes sicuramente ne avremmo guadagnato tutti.

Invece il blog francese electronlibre.info, lo stesso che ci aveva azzeccato pronosticando lo sbarco degli spettacoli televisivi sullo store francese, questa volta ha sbagliato, dato che ad oggi nessuna modifica è stata apportata da Apple al suo catalogo musicale (e tra l’altro non c’è ancora una spiegazione del perché l’Electronlibre abbia creato “tanto rumore per nulla”).

Non disperiamo però, perché mentre già lunedì, CNnet aveva smentito questa possibilità, allo stesso tempo ha confermato anche che le trattative con UMG (Universal Music Group, Sony e WMG) Warner Music Group, sono ancora in corso e Steve Jobs continua a fare pressioni affinché possano essere eliminate le limitazioni ai brani in vendita su iTunes Store.

Non è nemmeno da escludere che le trattative siano davvero a buon punto e che molto presto le tre Majors possano affiancarsi ad EMI, già presente nella sezione iTunes Plus, e che il rinnovo del catalogo musicale di Apple sia stato rimandato, semplicemente perché, come è noto, a Cupertino non gradiscono essere anticipati dalle indiscrezioni dei blog.

Aspettiamo con ansia un comunicato ufficiale di Apple, che con la rimozione del DRM dai brani in vendita andrebbe a consolidare ulteriormente il già enorme successo di iTunes Store.

Notizie su: