QR code per la pagina originale

Google porta le riviste su Book Search

Mountain View ha arricchito i cataloghi del suo servizio per le ricerche all'interno dei libri con i vecchi numeri di alcune delle più famose riviste del panorama editoriale. Il catalogo è ancora limitato, ma Google confida in una rapida espansione

,

Google continua a espandere senza sosta l’offerta dei documenti archiviati attraverso il suo famoso servizio Book Search. Dopo il recente accordo raggiunto con gli editori per risolvere i contenziosi legati alla possibile violazione del diritto d’autore, ora Mountain View si lancia in una nuova iniziativa legata alle riviste. Da alcune ore, il sistema per la ricerca testuale nei libri di Book Search viene anche applicato a un ampio catalogo di magazine, che hanno fatto la storia dell’editoria periodica, soprattutto negli Stati Uniti.

Grazie a un nuovo accordo con alcune case editrici, Google offre la possibilità di sfogliare online i vecchi numeri del New York Magazine e le pagine di Popular Mechanics, una delle più famose riviste di divulgazione tecnica e scientifica degli States. Le funzioni di ricerca per le riviste indicizzate ricalcano fedelmente le opzioni già utilizzate quotidianamente dagli utenti su Book Search. Inserendo la chiave di ricerca “hypermusic“, per esempio, il sistema non segnala solamente i libri in cui compare la parola, ma anche le riviste in cui viene utilizzato il termine fornendo una maggiore quantità di risorse all’utente. L’etichetta “Magazine” consente di distinguere rapidamente e in maniera intuitiva i contenuti di una rivista da quelli tradizionali di un libro. Infine, attraverso la scheda "About this Magazine" si può accedere a una serie di informazioni aggiuntive sulla pubblicazione, con una timeline delle edizioni disponibili online e una mappa delle aree geografiche citate all’interno della rivista.

La maggior parte dei magazine viene fornita in versione integrale, liberamente consultabile online senza alcuna limitazione. Come già accade per i libri indicizzati da Book Search, il servizio consente anche di effettuare una ricerca testuale all’interno di una singola rivista, permettendo così di accedere rapidamente ai contenuti ricercati. Le scansioni delle pagine sono a colori, così da rendere facilmente visualizzabili le fotografie, gli eventuali schemi e le infografiche presenti nei documenti.

Al momento il catalogo di riviste presenti sul motore di ricerca è ancora limitato. Oltre ai magazine già citati, sono presenti il Bulletin of Atomic Scientists, Ebony, Popular Science, Men’s Health e poche altre pubblicazioni. Mancano ancora titoli importanti come Fortune, Time, Sport Illustrated, New Yorker e Vogue a testimonianza di un’opera di indicizzazione ancora in corso. Google confida, infatti, di arricchire rapidamente il proprio catalogo online, anche se per alcune pubblicazioni potrebbero essere necessari tempi più lunghi dovuti alle possibili resistenze di alcuni editori.

Notizie su: