QR code per la pagina originale

Power Glove, il guanto da gioco Nintendo

,

Nel corso della sua vita, Nintendo ha sempre cercato di innovare il settore video ludico, e se oggi si trova nella sua posizione di venditore dai grandissimi numeri pur non disponendo di una piattaforma “tecnicamente” superiore alle concorrenti, questo suo ottimo risultato è da imputarsi in buona parte alla sua capacità di innovare.

Oggi, se crediamo che i vari controller attualmente disponibili per la console Wii siano quasi futuristici e all’avanguardia, ci basta fare un piccolo balzello indietro di circa venti anni, non di più, per ritrovare un’altra innovazione degna di nota.

Siamo al tempo in cui impazzava il NES, cui Nintendo deve molto, e ad un certo punto della sua esistenza, nel 1989 vede la luce una periferica alquanto insolita per un videogiocatore casalingo. Si tratta di un guanto, e precisamente del Power Glove.

La storia del Power Glove nasce anni prima, quando nel 1984 Tom Zimmermann, insieme a Jaron Lanier e Steve Bryson, dà alla luce una Periferica di interfacciamento a gesti manuali. Tale progetto, chiamato “Dataglove”, prevedeva l’utilizzo di un guanto cablato in fibra ottica.

Mattel, con l’occhio lungo, sviluppa il progetto utilizzando materiali più economici, e allo stesso tempo più resistenti, i quali porteranno il prezzo ad essere accessibile, portando poi il tutto in ambito casalingo con questo nuovo controller, disegnato da Grant Goddard e Sam Davis e prodotto dalla stessa Mattel negli Stati Uniti e dalla PAX in Giappone.

Sul dorso erano presenti, oltre ai classici tasti dei controller Nintendo, un tasto programmabile e 10 tasti numerati (da 0 a 9) con varie funzioni, come ad esempio aumentare e diminuire la frequenza di sparo dei tasti A e B.

Il “guanto” si rivela essere un buon successo commerciale, anche se il paragone con l’attuale telecomando Wii remote non è assolutamente possibile per via di tutte le limitazioni insite nel Power Glove tra le quali, per esempio, la sua scarsa precisione o la limitazione sul rilevamento dei movimenti.

Inoltre, Power Glove fa la sua comparsa in alcune pellicole cinematografiche come “Nightmare VI – La fine” o come “Il piccolo mago dei Videogiochi”.

Notizie su: