QR code per la pagina originale

Apple brevetta il futuro del desktop in 3D

L'azienda di Cupertino avrebbe già progettato diverse possibilità di implementazione di un'interfaccia in 3 dimensioni per un nuovo sistema operativo. La profondità porterebbe moltissime nuove possibilità di interazione tra utenti e elementi del computer

,

Esistono una serie di brevetti depositati da Apple che mostrano e spiegano le possibilità di trasformazione dello spazio tradizionale del desktop in un ambiente multidimensionale nel quale posizionare le icone e i documenti, scoprendo nuove possibilità di interfaccia.

Aggiungere la terza dimensione all’interfaccia del sistema operativo sarebbe infatti un’importante innovazione nel campo della grafica e della user friendliness. Non è chiaro quando tale novità potrà essere pronta, ma sebbene i brevetti siano stati depositati assieme a quelli di Snow Leopard è quasi certo che la terza dimensione non arriverà con la prossima versione 10.6 di Mac OS X.

Se oggi il desktop di un computer somiglia per l’appunto ad una scrivania vista dall’alto, sulla quale sono poggiati diversi elementi che possono anche stare l’uno sopra l’altro, l’introduzione del 3D renderebbe il tutto più simile ad una scatola nella quale gli elementi possono anche stare fermi per aria. I brevetti parlano infatti di un ambiente nel quale tutte e quattro le pareti dell’interfaccia hanno profondità e convergono leggermente verso il centro svelando quindi, nel caso della parete inferiore, una sorta di pavimento.

Il desktop 3D brevettato dalla Apple

Esistono già svariate illustrazioni, a corredo del brevetto depositato, che spiegano le possibilità di una simile interfaccia. Le icone possono stare sulla parte di fondo e passare in avanti a seconda del loro utilizzo, oppure si potrebbero creare dei livelli tematici (musica, contatti, giochi, eccetera). La terza dimensione poi aggiunge nuove potenzialità di illuminazione, potrebbero infatti essere realizzati giochi di luce utili a determinare lo stato dei diversi elementi in vista.

Il pavimento inoltre non deve necessariamente essere limitato alla parte che si vede. Apple stessa fa notare come sia possibile realizzare una forma di pavimentazione che scorra, visualizzando di volta in volta elementi diversi e che possa facilmente tornare nella posizione iniziale in ogni momento.

Notizie su: