QR code per la pagina originale

Microsoft approda sugli iPhone con Seadragon

I Microsoft Live Labs hanno da poco rilasciato la prima applicazione targata Redmond per iPhone e iPod Touch. Il software consente di visualizzare immagini ad alta definizione gestite in remoto da Microsoft contenendo il consumo della banda

,

A circa sei mesi dal lancio dell’App Store, Microsoft inizia a compiere i suoi primi timidi passi negli iPhone e negli iPod Touch attraverso il rilascio di Seadragon. La nuova applicazione, disponibile da poche ore per il download, consente di visualizzare immagini ad alta definizione senza gravare eccessivamente sulle capacità dei dispositivi della mela e sulla quantità di banda necessaria per scaricarne i dati.

L’applicativo Seadragon è stato concepito e sviluppato dagli esperti informatici dei Microsoft Live Labs, la sezione del colosso dell’informatica che progetta e analizza le innovazioni da apportare ai prodotti di Redmond. Il software, al momento in fase dimostrativa, consente di effettuare zoom praticamente istantanei sulle immagini ad alta definizione gestite direttamente online da Microsoft, senza richiedere lunghi download per acquisire completamente l’immagine sul proprio dispositivo. Impartendo i tipici comandi dell’iPhone attraverso lo schermo multi touch, gli utenti possono scorrere le immagini, selezionare le aree da ingrandire e passare alle fotografie successive.

Oltre alle librerie dimostrative predefinite, Seadragon consente anche di visualizzare le numerose foto contenute negli album di Photosynth, l’innovativo sistema ideato sempre dai Live Labs per riprodurre la tridimensionalità di un luogo attraverso le sue fotografie. Al momento, però, la funzione per la visualizzazione in 3D è disabilitata e le immagini possono essere consultate solamente nella maniera tradizionale, come una comune galleria di immagini. Stando alle prime informazioni, una versione aggiornata di Seadragon completamente compatibile con Photosynth sarebbe già in avanzata fase di sviluppo.

Nonostante si tratti di una applicazione a forte vocazione dimostrativa, Seadragon mostra già di avere in nuce grandi potenzialità per trasferire alcune delle caratteristiche peculiari di Surface anche sui dispositivi mobili. La scelta di partire proprio dall’iPhone non è stata del resto banale, come ha confidato Alex Daley, product manager dei Microsoft Live Labs: «L’iPhone è il cellulare equipaggiato con l’acceleratore grafico più diffuso. La maggior parte dei telefoni cellulari non ha ancora una grafica accelerata, l’iPhone sì e questo ci ha permesso di mettere in pratica qualcosa che fino ad ora era difficile fare».

Nei primi giorni di ottobre erano circolate voci insistenti su un’applicazione per il riconoscimento vocale sull’iPhone concepita da Microsoft e destinata a raggiungere il mercato nel corso del 2009. Il debutto di Redmond sugli iPhone sembra ancora lontano, ma il rilascio quasi a sorpresa di Seadragon sembra ora indicare una maggiore attenzione verso le opportunità offerte dall’ampio bacino servito dall’App Store.

Notizie su: ,