QR code per la pagina originale

Gates Foundation, broadband e salute

La Fondazione Bill & Melinda Gates ha donato 14 milioni di dollari per promuovere la banda larga all'interno delle biblioteche pubbliche più bisognose e per combattere le malattie in Africa causate dal parassita Leishmania donovani

,

La Bill & Melinda Gates Foundation, creata nel gennaio del 2000 da Bill Gates e da sua moglie Melinda French, ha effettuato una donazione di 14 milioni di dollari indirizzata alle aree di primario interesse per la Gates Learning Foundation e la William H. Gates Foundation (dalla cui fusione è nata l’attuale fondazione), ovvero l’accesso a banda larga da parte delle biblioteche e il miglioramento della salute globale.

Dei 6,9 milioni di dollari stanziati a favore delle biblioteche, 6,1 milioni vanno alla Connected Nation, gruppo non-profit che ha come scopo fondante la facilitazione del dialogo tra pubblico e privato, allo scopo di diffondere l’adozione della banda larga. I restanti 850.000 dollari vanno invece alla Office for Information Technology Policy (OITP) della American Library Association, incaricata di ricercare le migliori soluzioni per portare tale tecnologia all’interno delle biblioteche. Scopo finale, la promozione della tecnologia broadband all’interno delle biblioteche pubbliche di Arkansas, California, Kansas, Massachusetts, New York, Texas, e Virginia. Le città sono state prescelte in base ad alcuni elementi chiave come la concentrazione di biblioteche, la velocità massima di connessione ad Internet attualmente a disposizione (se posseduta) e la loro policy in merito allo sviluppo del broadband. «Attraverso questo nuovo percorso, ci assicureremo che le biblioteche pubbliche di sette stati abbiano il supporto per migliorare la loro connessione Internet», ha dichiarato Jill Nishi, deputy director alla Gates Foundation, «assicurandoci che tutte le persone abbiano la possibilità di accedere alla informazione, all’educazione e alle opportunità economiche».

L’Infectious Disease Research Institute (IDRI) di Seattle riceverà invece 7 milioni di dollari per curare i pazienti che vivono in Africa affetti dai disturbi causati dal Leishmania donovani, un parassita che causa 500.000 nuovi casi all’anno (perlopiù bambini) di leishmaniosi. «Il lavoro dell’IDRI per sviluppare test diagnostici accurati e accessibili, potrebbe facilitare la diagnosi precoce di leishmaniosi e diminuire il tasso di trasmissione», ha dichiarato Deborah Burgess, senior program office della Bill & Melinda Gates Foundation.

Notizie su: