QR code per la pagina originale

Buon compleanno isoHunt

,

Era il gennaio del 2003 quando il canadese Gary Fung lanciava nella rete il sito Web di quello che sarebbe diventato uno dei più grandi indicizzatori BitTorrent: isoHunt.

Prendendo il nome dell’estensione utilizzata per indicare immagini ISO, isoHunt ha iniziato a muovere i primi passi come motore di ricerca IRC (Internet Relay Chat) quando ancora il protocollo BitTorrent, nato solo un paio di anni prima, non aveva ancora preso piede nella rete.

Riuscendo a comprendere il potenziale del nuovo protocollo, Fung decise solo poco tempo dopo di aggiungere la possibilità di effettuare ricerche di file all’interno delle reti BitTorrent, gettando le basi per quello che poi sarebbe diventato l’attuale sito Web.

Nel febbraio del 2006, assieme ad ED2K-it.com e Torrentspy, isoHunt venne accusata dalla MPAA, l’associazione che cura gli interessi delle maggiori case cinematografiche americane, di violazione del copyright e i legali del provider che ospitavano il motore di ricerca decisero immediatamente di staccare la spina senza alcun preavviso. Grazie ad un server di backup situato in Canada, isoHunt riuscì a rimettersi in pista in pochissimo tempo, anche grazie all’AMD, multinazionale americana tra i leader mondiali nella produzione di microprocessori, che gli propose di effettuare il beta test di due CPU con il processore di ultima generazione Quad Core Opteron.

Nel 2008, lo stesso Gary Fung ha annunciato dalle pagine del sito Web che isoHunt ha indicizzato ben un milione di file torrent per oltre 9 petabyte di informazioni.

Notizie su: