QR code per la pagina originale

CES, Steve Ballmer Show

Steve Ballmer si presenta al CES '09 con una lunga serie di novità: Windows 7 è pronto alla beta release; Facebook entra con forza nel mondo Windows; la suite Windows Live si rinnova ed è disponibile al download; un accordo con Dell promuoverà Live Search

,

È Steve Ballmer il one-man-show del CES 2009. È lui a salire sul palco per parlare alla platea Microsoft, è la sua immagine quella deputata ad infondere ottimismo, è il suo carisma a prendere per mano l’azienda traghettandola in uno degli anni più difficili per la storia del gruppo. Ballmer si presenta a Las Vegas con molte cose da annunciare e, col senno del poi, il suo intervento sembra possa configurarsi come un manifesto programmatico di lungo respiro che, partendo dai prossimi giorni, traccia quello che vuole essere il futuro del gruppo per l’intero prossimo ciclo. Un ciclo chiamato Windows 7.

Parte tutto di qui. La beta sarà pronta alla distribuzione tra poche ore ed il gruppo non ha voluto diramare ulteriori specifiche rinviando ad una prossima occasione una maggiore analisi del nuovo sistema. Il messaggio che passa è, semplicemente, di un sistema che corregge il tiro rispetto a Vista, aumentandone reattività, migliorando la velocità, ottimizzando le performance e riducendo le necessità in quanto ad hardware di supporto. Migliorato, soprattutto, tutto ciò che concerne il mondo dei laptop (velocità di boot, consumo batterie) in ossequio a ciò che sta esprimendo con forza il mercato, sempre più orientato ai notebook e sempre meno affezionato ai pc desktop. Inoltre si esprime totale fiducia in quelli che sono i miglioramenti del touch&feel del sistema: minor numero di click per accedere ai file, interfaccia ripulita, nuova taskbar, soluzioni più lineari rispetto al (mancato) “wow” che avrebbe voluto esprimere il predecessore Vista.

Compreso anche il supporto per le soluzioni touchscreen, Windows 7 sembra inoltre guardare al futuro in un’ottica che Ballmer riassume nell’idea dei «3 schermi»: PC, telefoni e TV. Tre realtà differenti, ma tre realtà che l’ecosistema Windows intende permeare moltiplicando le opportunità per gli utenti che scelgono la dimensione Microsoft per il proprio approccio al web ed alla produttività.

Steve Ballmer ha spiegato infine come il gruppo sia perfettamente nei tempi previsti dalla roadmap per il rilascio del nuovo sistema: sebbene non venga fatto alcun annuncio preciso, il prossimo rilascio della beta (entro 24 ore) lascia presupporre un approdo alla release ufficiale entro la fine del 2009, probabilmente in tempo per la prossima stagione natalizia e comunque con modalità tali da non incoraggiare attese e rallentamenti nella distribuzione di Vista.

Ma se Windows 7 è l’ombelico di Microsoft, attorno v’è tutto il resto. Partendo da Facebook, per arrivare fino alla nuova suite Windows Live.

Notizie su: