QR code per la pagina originale

La settima stagione di 24 su torrent prima che in TV

,

24, il popolarissimo telefilm con protagonista Kiefer Sutherland nei panni di Jack Bauer, è sempre stato, sin dalla prima stagione, uno dei serial più seguiti negli Stati Uniti e in molti altri Paesi, Italia compresa; dopo sei stagioni piene di inseguimenti, sparatorie, talpe e sorprese di ogni genere, l’attesa dei fan statunitensi per l’arrivo della settima stagione era ed è tutt’ora spasmodica.

Per gli ammiratori di Jack Bauer, americani e non, il file sharing è sempre stato un prezioso aiuto, i file relativi alle stagioni di 24, infatti, sono sempre stati tra i più scaricati e condivisi permettendo così a tutti di vedere e rivedere le proprie puntate preferite in modo più o meno legale.

Inutile dire che la sorpresa dei fan è stata enorme una volta appurato che su BitTorrent sono state rese disponibili le prime quattro puntate della settima stagione con qualche ora di anticipo sulla prima assoluta mondiale in TV in onda su Fox.

Naturalmente non sveliamo nulla della trama per non rivelarvi la sorpresa, le puntate sono oltretutto solo in lingua inglese e in Italia la settima stagione di 24 arriverà non prima di settembre, l’attesa per i fan italiani è dunque ancora lunga anche se gli anglofili potranno vedere la settima stagione in anteprima grazie al P2P.

I primi quattro episodi, in modo simile a quanto avvenuto per la sesta stagione, sono stati diffusi su molti tracker torrent, la fonte sembra un DVD promo spedito dagli studios a critici ed emittenti televisive ma la qualità è stranamente mediocre, fatto inusuale atteso che spesso sui siti torrent circolano versioni qualitativamente simili ai DVD.

Ovviamente è molto difficile scoprire gli autori della condivisione “anticipata” ma non è inverosimile pensare che tale operazione sia stata avallata dagli stessi produttori in modo da far crescere l’attesa dei fan e costringerli, data la mediocre qualità del rip, a seguire la serie su Fox.

Insomma, il tutto potrebbe anche essere una semplice operazione promozionale e non c’è dubbio che l’incredibile diffusione di BitTorrent permetta di raggiungere una platea più vasta di qualunque altro mezzo pubblicitario, un motivo in più per riflettere sulle caratteristiche di questo straordinario mezzo tecnologico boicottato dalle major quando ritengono di esserne danneggiate e usato dalle stesse come veicolo pubblicitario alla bisogna.

Notizie su: