QR code per la pagina originale

Microsoft: nuovo attacco antitrust dall’Europa

,

La Commisione Europea ha nuovamente contestato a Microsoft, l’inserimento nel proprio sistema operativo Windows, del browser di navigazione Web Internet Explorer, andando così a violare le norme sulla concorrenza.

La denuncia da parte dell’Unione Europea sulla regolamentazione, è stata inviata direttamente con una comunicazione alla società il 15 di gennaio, che solo successivamente ha provveduto a darne comunicazione al mercato.

La conclusione preliminare della Commissione Europea è che fornire di serie Internet Explorer, al sistema operativo Windows, ha danneggiato la concorrenza e che in ultima analisi questo metodo è mirato a ridurre la scelta del consumatore.

La questione è un eco diretto della prima grande battaglia antitrust Microsoft, quando gli Stati Uniti accusarono il gruppo di monopolio Internet a discapito di Netscape, il pioniere delle guerre del browser, della metà egli anni ’90.

Se la denuncia dell’Unione Europea dovesse avere un risvolto positivo, gli utenti europei potrebbero trovare più utile e conveniente usare browser diversi da Internet Explorer, che è risultato essere lo standard del settore, dopo la sconfitta di Netscape, aprendo così la strada ai concorrenti, tra cui Google, che potrebbero così intervenire in una parte fondamentale dell’attività di Microsoft.

Il colosso di Redmond ha due mesi di tempo per replicare formalmente alle accuse.

Notizie su: