QR code per la pagina originale

Motorola chiuderà la divisione di distribuzione in India

,

Nel bel mezzo del calo delle vendite e della crescente concorrenza nel mondo, dovuto alla rapida moltiplicazione delle società di telefonia mobile e alla recente crisi globale, Motorola che si trova di fronte ad un calo crescente delle vendite, ha così deciso di chiudere la sua divisione di distribuzione in India.

Al momento sono solo 150 i dipendenti che sono stati informati della decisione presa dall’azienda riguardo al loro posto di lavoro, anche se non si sa quale sia il numero totale degli occupati presso la divisione prossima alla chiusura.

Le fonti del gruppo hanno affermato che i licenziamenti, al momento, si sono limitati a poche persone del segmento della distribuzione, ma che potrebbero presto estendersi anche ad altre divisioni in India, tra le quali potrebbe esserci quella della “ricerca e sviluppo“.

Questi lavoratori sono stati proposti per l’assunzione da Motorola ad altre società che svolgono la stessa attività del gruppo e si apprende che alcuni lavoratori avranno colloqui con queste aziende già all’inizio della settimana.

Si resta sorpresi e attoniti di fronte al deteriorarsi delle condizioni della società, quando si pensa che solo nell’agosto del 2005, Motorola aveva riconosciuto l’India come la sede per un mercato ad alta crescita, investendo grandi risorse in campagne di marketing e nell’espansione della distribuzione tramite partner.

Si è appreso che Motorola ha provveduto al taglio di 4.000 posti di lavoro nella divisione di telefonia mobile in tutto il mondo, che si vanno ad aggiungere ai 6.700 già tagliati nel 2008.

La compagnia ha perso il secondo posto nel mercato globale della telefonia mobile nei confronti di Samsung. Nel quarto trimestre 2008 ha registrato vendite per 19 milioni di unità, in calo da 25,4 milioni del trimestre precedente. L’importo corrispondente per il 2007 era stato di 40,9 milioni.

Notizie su: