QR code per la pagina originale

Pay for Wink ovvero la pubblicità tatuata

,

Il nuovo anno è iniziato da poco e, nell’attesa di scoprire quali saranno le novità del Web marketing, offline arriva una nuova tendenza per il 2009: il pay per wink. In poche parole farsi tatuare a pagamento, cioè si cercano sponsor umani che si prestano a farsi disegnare, sulla propria pelle, il logo di un’azienda. Gli esperti di marketing stanno esaminando questo nuovo fenomeno per capire se è efficace e se raggiunge dei risultati.

La proposta e la ricerca di “cavie”, per questa forma pubblicitaria, è partita dal sito Feelunique.com, un portale inglese dedicato alla cura del corpo, che sta cercando dei candidati ai quali chiedere, per un periodo di tempo, di portare, stampato sulle proprie palpebre, l’URL del sito. Il compenso per l’ammiccamento e per il battito di ciglia è di 100 sterline.

Il pay per wink si candida per essere una nuova forma di marketing virale, anche se non è del tutto nuova, alcuni anni fa era stata già utilizzata dall’Apple, il cui marchio venne tatuato sulla schiena di una ragazza.

Il fenomeno ha anche dei volontari, infatti sono già in tanti che su eBay propongono la loro fronte, in particolar modo, e la mettono all’asta per farsi tatuare e pagare da uno sponsor. I tatuaggi, nella maggior parte dei casi, non sono permanenti e consentono l’alterarsi dei brand e la creazione di un mercato concorrenziale.

Del resto si sa, l’essere umano è un mezzo di comunicazione imbattibile.

Notizie su: