QR code per la pagina originale

Recensione Nokia N85

,

Il Nokia N85 si pone nel segmento degli smartphone di fascia alta con una specifica vocazione alla multimedialità e all’utilizzo avanzato e interconnesso, in situazioni di tutti i giorni. Quello che maggiormente mi ha colpito nell’uso del telefono, è stata infatti la grande dotazione di software preinstallato, ben integrato nelle varie funzioni che il terminale mette a disposizione.

Forma e apparenza
Il device non presenta peso e dimensioni eccessive (103x50x16 mm per 128 di peso) e si tiene bene nel palmo della mano. Un generoso schermo da 2,6 pollici con tecnologia AM-OLED occupa quasi tutta la parte frontale e, oltre ai tasti dell’accensione, della regolazione del volume / zoom e dello scatto della fotocamera, è presente un tastino dedicato al blocco/sblocco della tastiera, che, se all’inizio mi era sembrato un po’ ridondante, dopo i primi giorni di utilizzo si è rivelato utile e comodo. Il doppio slide della tastiera si rivela sufficientemente preciso nei movimenti, mentre i tasti non offrono un grande feedback alla pressione e, non essendo delimitati orizzontalmente, il riconoscimento al solo tatto è difficoltoso. La batteria da 1200 mAh, in linea purtroppo con la tendenza della maggior parte dei device attuali della stessa fascia, supera di poco la giornata se ne viene fatto un uso che va oltre il semplice fare telefonate. Ottima comunque, la qualità della ricezione e la nitidezza della voce, sia ascoltata che trasmessa.

I materiali utilizzati portano ad un’impressione generale di plasticosità, anche se non sono presenti vistosi scricchiolii e flessioni nella scocca. Abbinamenti cromatici e serigrafie esterne si distanziano leggermente dallo schema classico, risultando gradevoli, non eccessivi e abbastanza moderni.

Nella confezione, oltre al telefono, si trova l’alimentare, un cavo per il collegamento alla presa USB del computer valido anche per la ricarica, il cavo RCA per collegare l’uscita video del terminale ad un televisore e l’auricolare stereo, dotato di telecomando per controllare il riproduttore audio.

Comparto multimediale
L’attivazione del modulo fotografico avviene abbassando lo sportellino che protegge l’obiettivo della fotocamera. Quest’ultima, da 5 mpx, è composta da ottiche Carl Zeiss e garantisce una risoluzione massima di foto e filmati pari a 2592×1944 e 640×480 a 30 fotogrammi, rispettivamente. Completa la dotazione un flash a doppio LED abbastanza potente, utile per soggetti a breve e medio-breve distanza. Il software per la gestione delle foto è lo stesso usato dagli altri cellulari della serie N, completo di settaggi preimpostati per scene tipiche diurne e notturne, possibilità di agire sul bilanciamento del bianco e georeferenziazione automatica della foto, grazie all’aggiunta della posizione GPS rilevata al momento dello scatto.

Avvalendosi della scheda microSD da 8GB in dotazione, possono essere memorizzati moltissime foto (più di 9999) e video alle massime risoluzioni, per poi rivederle sia sull’ampio schermo, che offre una buona visibilità anche in ambienti aperti e soleggiati, sia su di un monitor esterno grazie all’uscita video RCA presente sul dispositivo, oppure condivise con Ovi, Flickr o Vox grazie a dei client specifici, che semplificano e ottimizzano di molto queste operazioni. La parte audio di un video, inoltre, può essere impostata come tono di chiamata globale o di un singolo contatto.

La riproduzione dei contenuti multimediali è affidata al RealPlayer per S60, al Flash Lite 3 e al classico lettore audio che troviamo in tutti i device della serie N, con visualizzazione di copertine degli album e immagini incluse nell’MP3. L’altoparlante stereo esterno è capace di riprodurre un suono forte e nitido, rendendolo ben udibile anche in ambienti mediamente rumorosi. L’ingresso per il jack da 3.5 mm è compatibile con le classiche cuffiette, non necessitando quindi di un auricolare particolare da attaccare al telefono.

Già preinstallato il software Nokia Podcasting, che permette di sottoscrivere podcast audio e video, scaricarli e riascoltarli con il player audio che, tra le varie opzioni di ricerca, presenta anche quelle per riprodurre solo gli ultimi podcast ricevuti. Grazie al trasmettitore FM, inoltre, è possibile dirottare il segnale audio su di una normalissima radio FM, come quella presente nelle automobili.

Dotato di radio FM con RDS attivabile una volta inserito l’auricolare, il cellulare conta anche di un client per le radio che trasmettono in streaming su Internet, con la possibilità di ricercare stazioni per genere, per lingua, per paese e per gradimento.

Completa la dotazione in questa sezione un basilare editor di immagini, che permette di ritagliare una foto, regolarne luminosità e contrasto, aggiungere una cornice, applicare del testo e qualche altro effetto.

Comparto Navigazione
Il software Nokia Maps, sfruttando l’antenna A-GPS integrata, si rivela un valido supporto per orientarsi nel mondo che ci circonda. La versione gratuita del programma non offre le funzioni avanzate tipiche dei classici navigatori come il calcolo dell’itinerario di viaggio, punti di interesse aggiornabili e altro, ma torna utile in molte occasioni dove occorre un aiuto per muoversi e orientarsi, soprattutto in caso di spostamento a piedi. Preciso e rapido il fix dei satelliti, con tempi che variano dai 30 secondi al minuto e mezzo. Superfluo dire che su un device di questo tipo Google Maps for Mobile, abbinato ad una connessione semi-flat di accesso alla Rete, può dimostrare appieno tutte le sue potenzialità. Installabili anche gli altri navigatori più conosciuti, come TomTom e simili.

Comparto Internet
Dalle caratteristiche tecniche si nota come il telefono abbia tutti i tipi di connettività oggi disponibili: HSDPA, WiFi 802.11g, Bluetooth 2.0. L’accesso alla rete è garantito dal valido browser basato su WebKit. Supporto a molti standard, quattro livelli di zoom, cronologia della navigazione con anteprima delle pagine visitate, segnalibri, ricerca di testo, numeri di telefono o indirizzi email nella pagina, salvataggio pagine, invio via SMS del link visitato. Per una completa esperienza di navigazione consiglio comunque l’installazione di Opera Mini, da affiancare in quelle pagine dove il browser di default non riesce appieno.

Purtroppo manca un client SIP integrato, presente invece in altri smartphone della serie E di Nokia, che avrebbe permesso un uso rapido e intuitivo dei servizi VoIP. La possibilità di installare programmi come Fring, Skype o altri, riesce a sopperire a questa mancanza, seppur senza la stessa immediatezza.

Tra gli altri software votati alla connettività e alle nuove tendenze del Web 2.0, troviamo Nokia viNe, un software per il lifestreaming geolocalizzato di cui avevamo già parlato, e i client per i servizi di condivisione online a cui si accennava nel comparto fotografico. La lista di questi ultimi può essere aggiornata direttamente dalla rete, facendo ben sperare per l’aggiunga futura di nuovi servizi. Ho anche provato Qik, e una volta ottimizzati i diversi parametri di cattura del video, il terminale mi ha garantito un upload continuo con pochi secondi di ritardo, appoggiandosi sulla connessione WiFi domestica.

Tra i menù è presente la voce Download, che lancia un rudimentale negozio online, dove si possono scaricare gratuitamente o a pagamento logi, suonerie, programmi e altri articoli. Buona l’idea, scarso il supporto del materiale attualmente disponibile.

Comparto ludico
Il Nokia N85 presenta tutte le funzioni tipiche della serie N-Gage. Grazie all’ampio schermo, alle buone casse stereo esterne e alla tastiera a doppio slide, vista per la prima volta nel Nokia N95, i risultati che si ottengono sono soddisfacenti, a patto di rimanere nell’ambito del mobile casual gaming, anche se le carenze nel feedback dei tasti descritte prima si fanno sentire. Tutti i giochi preinstallati sono delle demo che richiedono l’acquisto della versione completa. Nella confezione è presente comunque un codice, valido come buono per l’acquisto di un gioco. Anche in questo caso, sfruttare l’uscita verso un monitor esterno garantisce buone soddisfazioni, anche se la grafica studiata e ottimizzata per uno schermo a 320×240 pixel risulta abbastanza sgranata quando viene visualizzata su un classico televisore domestico.

Altri Software
Tra gli altri software presenti, l’immancabile agenda dove segnare attività e appuntamenti, un lettore PDF, un convertitore di grandezze, un gestore di file compressi (zip), la suite Quickoffice in versione 4.1 per visualizzare allegati provenienti dal pacchetto Office di Microsoft e un client per la sincronizzazione con un server Microsoft Exchange. Completano la dotazione il riconoscimento vocale per i nomi della rubrica e le principali funzioni del device e un registratore vocale.

Impressioni generali
Nonostante i nei emersi nel corso delle prove effettuate, il Nokia N85 si rivela un buon terminale, ricco di funzioni, incline alla multimedialità a partire dal generoso display e capace di soddisfare moltissime esigenze negli ambiti più disparati. Purtroppo però tale ricchezza non va di pari passo con un’altrettanta facilità nelle configurazioni più avanzate, dove la necessaria sinteticità delle schermate di configurazione può generare difficoltà nel capire cosa occorre fare. Per fortuna la lettura della guida, presente per ogni voce di menù, aiuta in questo processo di comprensione.

Un problema che invece non trova soluzione riguarda l’autonomia della batteria: con Qik, ad esempio, sono riuscito a caricare poco meno di due ore di video prima dello spegnimento del terminale, dopo qualche ora di navigazione Internet e utilizzo di programmi come Fring, si ha solo l’ultima tacca a disposizione. Per esigenze particolari, comunque, si potrebbe sempre ricorrere all’acquisto di una seconda batteria aggiuntiva, da aggiungere alla spesa iniziale di circa 400 euro per l’acquisto del telefono.

Ringrazio WOM World/Nokia per avermi fornito il terminale oggetto della recensione.

Notizie su: