QR code per la pagina originale

Forbes: Grillo è il settimo blogger al mondo

Perez Hilton è il blogger più noto al mondo. Al secondo posto Michael Arrington, al terzo Kevin Rose. Al settimo c'è un italiano: il solito Beppe Grillo. Così Forbes vede la blogosfera internazionale, mettendo in fila i nomi più noti del settore

,

Beppe Grillo rimane, ancora una volta, la bandiera italiana sul Web internazionale. Di tutta la nostra blogosfera, è il sito di Beppe Grillo quello che viene considerato il più influente, tanto da meritarsi un ruolo di primo piano anche nelle classifiche internazionali del settore. Sebbene il termine stesso di ‘classifica’ imponga eterne discussioni circa la necessità e l’opportunità di creare un ranking in un mondo eterogeneo quanto la blogosfera, il nome Forbes s’è posto a garanzia della bontà della “top25” testé pubblicata e che giunge ormai alla terza edizione.

La “Web Celeb 25” di Forbes è il risultato di una progressiva raffinazione di una lista che inizialmente contava 250 unità. Le scelte si sono basate su precise caratteristiche, rese peraltro pubbliche per offrire maggior trasparenza al tutto. Curioso è il fatto che dalla classifica sia scomparso il nome di Mark Zuckerberg. Trattasi, nella fattispecie, non tanto di una bocciatura quanto più di una promozione: «nell’anno passato Zuckerberg è diventato qualcosa di più di una Web celebrity». La quotazione di Facebook, insomma, sposta Zuckerberg dalla classifica dei blogger alla classifica dei miliardari, emblema primo della “lunga coda” che parte dal piccolo blog e giunge alle rare vette della riconosciuta celebrità.

  1. Perez Hilton
  2. Michael Arrington
  3. Kevin Rose
  4. Frank Warren
  5. Cory Doctorow

Sono questi i cinque blog che occupano le prime posizioni della classifica Forbes. Perez Hilton (Mario Armando Lavandeira) guida il gruppo dall’alto dei suoi 4.8 milioni di visitatori mensili e fa del gossip la propria forza con un ritmo di post pari ad un aggiornamento ogni 12.5 minuti circa. In seconda posizione, invece, v’è il discusso Michael Arrington, ritiratosi temporaneamente dalle attività a causa di una controversa vicenda di sputi e minacce. Il terzo in classifica è Kevin Rose, meglio conosciuto per essere il fondatore di Digg.

La posizione di maggior interesse per l’utenza italiana è sicuramente la settima, ove Beppe Grillo conferma il proprio appeal sulla rete trovando per l’ennesima volta consacrazione internazionale. Spiega Forbes sulle proprie pagine: «Il suo nome può non essere familiare per la maggior parte degli americani, ma Beppe Grillo è molto conosciuto in Italia. Nato come ragioniere, Grillo ha trovato la fama come comico e star televisiva». La descrizione giunge infine ai giorni nostri, alle polemiche che hanno coinvolto il mondo politico ed all’approdo sulla piattaforma blog che ha consacrato il successo dell’artista genovese.

Notizie su: