QR code per la pagina originale

Gmail semplifica la gestione delle etichette

,

Google continua ad apportare interessanti modifiche al suo servzio per la posta elettronica Gmail. A pochi giorni dall’introduzione del supporto per utilizzare via browser Gmail anche in assenza di una connessione al Web, gli sviluppatori di Mountain View hanno ora messo mano al sistema per etichettare e smistare i messaggi di posta ricevuti.

A differenza di altri servizi per la posta elettronica, infatti, Gmail non permette la creazione di cartelle personalizzate in cui inserire i propri messaggi, ma consente di etichettare ogni singola email ricevuta e inviata per renderla identificabile con altrettanta facilità. Si possono così creare etichette per i messaggi provenienti dai propri amici, per l’organizzazione di un viaggio, per le mail di lavoro… suddividendo la posta per una consultazione più rapida.

Il sistema per gestire le etichette previsto da Gmail era però molto macchinoso e poco intuitivo, a tal punto da essere utilizzato da un numero relativamente basso di utenti. Partendo da questo presupposto, gli sviluppatori di Google hanno realizzato un nuovo sistema molto più semplice e rapido per gestire le proprie etichette. Ora i messaggi possono essere etichettati attraverso il pulsante “Sposta in”, che fornisce immediatamente l’elenco delle etichette disponibili sul proprio account Gmail. Un piccolo motore di ricerca interno, dotato di funzione per il completamento automatico, permette di selezionare rapidamente l’etichetta desiderata, catalogando così il messaggio ricevuto con un semplice passaggio.

Per velocizzare ulteriormente la nuova funzione sono state aggiunte anche due scorciatoie da tastiera. Digitando il tasto “v” si accede direttamente alla funzione “Sposta in”, mentre attraverso il tasto “l” (L minuscola) si attiva l’elenco delle etichette disponibili. Per utilizzare i comandi da tastiera è necessario attivare la relativa funzione dalle Impostazioni di Gmail.

Le nuove modifiche apportate al famoso servizio di posta rispondono alle numerose istanze degli utenti, che da tempo richiedevano un sistema di catalogazione delle email analogo alla gestione della posta attraverso le cartelle personalizzate.

Notizie su: