QR code per la pagina originale

Microsoft e lo smartphone chimera

Secondo alcune indiscrezioni, Microsoft potrebbe presto presentare il suo primo smartphone realizzato in collaborazione con Nvidia. Il dispositivo sarebbe quasi pronto per la fase di produzione, ma Redmond smentisce: voci prive di fondamento

,

Mancano ormai due settimane all’importante GSMA Mobile World Congress e in Rete riprendono a circolare indiscrezioni insistenti sulla possibile presentazione di uno smartphone Microsoft. Secondo l’analista Doug Freedman di Broadpoint AmTech, il colosso dell’informatica potrebbe presto presentare un nuovo dispositivo equipaggiato con l’innovativo processore Tegra di Nvidia e un chip per la connettività di Qualcomm.

Per Freedman, il possibile debutto di Microsoft nel mercato degli smartphone affianco a Nvidia sarebbe qualcosa di più concreto di una semplice speculazione. Le informazioni ottenute dall’analista sembrano infatti provenire dalla catena produttiva e di progettazione del nuovo dispositivo, che sarebbe dunque in avanzata fase di realizzazione. In più di una occasione, Nvidia ha confermato come il suo nuovo chip Tegra sia principalmente concepito per supportare le funzionalità di Windows Mobile. Uno smartphone interamente targato Microsoft potrebbe dunque beneficiare della particolare architettura del nuovo microprocessore, in grado di esprimere al meglio le potenzialità del sistema operativo di Redmond.

Microsoft continua tuttavia a smentire le indiscrezioni legate alla creazione di un suo smartphone. «Microsoft non ha alcun piano per costruire un telefono. Il nostro obiettivo principale era e continuerà a essere la creazione di software e servizi per aiutare i nostri partner a consegnare ottimi smartphone. I nostri partner sono stati fondamentali per il nostro successo e siamo entusiasti delle innovazioni che stiamo portando insieme sul mercato. Continuiamo a collaborare con Nvidia per creare soluzioni innovative in grado di portare avanti il settore e l’esperienza per gli utenti» ha dichiarato Scott Rockfeld, direttore della divisione Windows Mobile.

Nonostante la smentita proveniente dal quartier generale di Redmond, Freedman sembra essere convinto che Microsoft si stia muovendo per realizzare qualcosa di più elaborato di una semplice partnership tecnica. Secondo alcuni analisti, il coinvolgimento diretto del colosso dell’informatica nella produzione di uno smartphone si potrebbe rivelare un’operazione molto rischiosa e difficile da amministrare. Le non entusiasmanti prestazioni del riproduttore multimediale Zune creato da Redmond non costituiscono un buon precedente: il dispositivo non ha raggiunto la massa critica di utenti desiderata e ha dimostrato non poche carenze organizzative nella rete distributiva.

Per far dimenticare l’esperienza di Zune e conquistare un buon bacino di utenti, Microsoft dovrebbe presentare uno smartphone estremamente innovativo sfruttando le potenzialità offerte da Tegra. Un obiettivo che potrebbe essere raggiunto integrando al meglio Windows Mobile con il nuovo microprocessore per dispositivi mobili di Nvidia. Una condizione che sembra comunque prescindere dalla necessità di produrre uno smartphone autonomamente, nonostante le dichiarazioni di Freedman e le numerose indiscrezioni che circolano da tempo online.

Notizie su: ,