QR code per la pagina originale

Microsoft, le imprese e l’economia verde

La società di Redmond ha da poco presentato Environmental Sustainbility Dashboard, uno strumento per aiutare le imprese a valutare e ridurre l'impatto ambientale delle loro attività. Il sistema misura il consumo energetico dalle fonti e il loro costo

,

Risparmio energetico e un modello di business maggiormente ecologico possono rivelarsi soluzioni molto utili non solo per l’ambiente, ma anche per fronteggiare la crisi economica riducendo i costi per le aziende. Partendo da questo presupposto, Microsoft ha da poco presentato Environmental Sustainbility Dashboard (ESD), un nuovo strumento per consentire alle imprese di calcolare il loro impatto ambientale e valutare nuove soluzioni per ridurre costi ed emissioni inquinanti. L’interessante applicativo funziona tramite la piattaforma Microsoft Dynamics AX 2009, concepita per l’organizzazione della pianificazione aziendale.

ESD è principalmente indirizzato alle piccole e medie imprese interessate a misurare l’andamento dei loro consumi energetici e le emissioni di gas serra. L’ampio numero di strumenti offerti dall’applicativo sviluppato da Microsoft consente, inoltre, di identificare le strategie migliori per ridurre i consumi, migliorando così la resa energetica della propria società abbattendo costi ed emissioni nocive. Impostando le informazioni sulla quantità di energia elettrica e combustibili fossi utilizzati in un dato periodo di tempo, il sistema provvede a forumale un prospetto utile per visualizzare l’andamento nel corso dei mesi dei consumi e delle emissioni. Le variabili tenute in considerazione da ESD sono numerose e spaziano dal prezzo di acquisto delle risorse energetiche alla quantità stimata di anidride carbonica rilasciata nell’atmosfera [video, formato wmv].

«Le imprese troveranno nuove opportunità per ridurre i costi e migliorare le loro performance operative grazie alle proiezioni sempre aggiornate sulle loro attività. In molti casi, le piccole e medie imprese non possono permettersi un consulente per valutare le loro performance dal punto di vista dell’ambiente. Integrando il nostro innovativo sistema per valutare le prestazioni connesse all’ambiente in Microsoft Dynamics AX, porteremo le informazioni necessarie direttamente ai clienti rendendole parte dell’amministrazione quotidiana del loro business» ha dichiarato Kirill Tatarinov, vicepresidente del comparto Business Solutions di Microsoft.

esd

Sfruttando le potenzialità di Microsoft Dynamics AX, i dati forniti dallo strumento Environmental Sustainbility Dashboard possono essere facilmente condivisi nei network aziendali, coinvolgendo così in prima persona i dipendenti, chiamati ad attuare condotte tese a ridurre le emissioni e i costi. Il sistema si appoggia anche sulla funzione SharePoint Server di Microsoft Office per diffondere rapidamente report e documenti all’interno dell’azienda, aumentando il livello di trasparenza e rendendo maggiormente coinvolgenti le iniziative verdi promosse dalle stesse società.

Un modello produttivo maggiormente compatibile con l’ambiente sembra ormai interessare la maggior parte delle imprese, specialmente negli Stati Uniti. Ridurre consumi ed emissioni potrebbe rivelarsi una pratica molto utile per fronteggiare la crisi economica, creando un nuovo settore di business interamente dedicato all’economia verde. Oltre a Microsoft, anche altri colossi dell’IT stanno elaborando nuove soluzioni per favorire una maggiore consapevolezza legata alla preservazione dell’ambiente. Sul fronte dei singoli consumatori, per esempio, Google ha da poco lanciato il progetto PowerMeter per monitorare il consumo di energia a livello casalingo. Infine, la University of California (Berkeley) ha da poco messo a disposizione degli internauti statunitensi un sistema per misurare gli effetti delle loro attività sui livelli di anidride carbonica presenti nell’atmosfera.

Notizie su: