QR code per la pagina originale

Alternative gratuite a Mobile Me…

,

Mobile Me è un servizio sicuramente interessante, nonostante le numerose imperfezioni e i ricorrenti difetti di gioventù. Per quanto pregevole è un servizio che costa 79 ?/anno.

Cifra probabilmente onesta considerando la gamma di servizi e la facilità d’uso, ma se non avete bisogno di tutte le sue funzionalità molto probabilmente potrete trovare in rete alternative gratuite.

Andiamo a vedere nel dettaglio tutte le caratteristiche di Mobile Me:

  • Casella di posta elettronica;
  • iDisk (20 GB (condivisi con la mailbox) con 200 MB di traffico al mese);
  • Torna al mio Mac;
  • Account iChat con crittografia SSL;
  • Homepage;
  • Sincronizzazione dei contatti e del calendario;
  • Sincronizzazione dei preferiti;
  • Sincronizzazione del Portachiavi;
  • Sincronizzazione dell’interfaccia (Preferenze, Dock, Widget);
  • Galleria fotografica.

Posta elettronica

Se l’obiettivo è quello di avere una casella di posta elettronica capiente, con supporto IMAP e webmail AJAX allora GMail la fa da padrona. Offre 7GB di spazio complessivo (in continuo aumento), accesso IMAP con supporto SSL e un’interfaccia webmail molto interessante, arricchita dalle numerose funzioni della sezione GMail Labs.

Nonostante GMail abbia raggiunto livelli eccezionali, bisogna segnalare un servizio che, sebbene ancora in fase iniziale, ha delle potenzialità notevoli. Sto parlando di GMX, che offre caselle da 5 GB di spazio con la possibilità di inviare allegati fino a 50 MB (non so quanti provider permettano di ricevere simili allegati) oltre ad un comodo “mail collector” per ricevere la posta da altri account. Ma la funzione più interessante è sicuramente l’opzione “File Storage” che permette di archiviare 1GB di dati e condividerlo ad utenti guest. Anche se la configurazione degli accessi alle cartelle deve essere eseguito tramite l’interfaccia Web è comunque possibile montare questo spazio come Drive di Rete: è sufficiente aprire una finestra del Finder e selezionare “Connessione al server…” dal menu “Vai”. Quindi dopo aver indicato come percorso del drive https://storage-file-eu.gmx.com/ è sufficiente inserire nome utente e password della casella di posta elettronica per accedere ai dati.

iDisk

Nel caso in cui la soluzione proposta con GMX non fosse di vostro gradimento penso che una scelta giusta possa essere Dropbox: la versione Basic è completamente gratuita e offre 2 GB di spazio. Dopo aver installato il client (che su Mac OS si integra perfettamente con Growl) è possibile copiare nella cartella tutto ciò che si vuole sincronizzare con il server. Anche in questo caso è possibile definire tramite l’interfaccia Web delle cartelle da condividere con altri utenti Dropbox.

In alternativa a Dropbox è possibile registrarsi su myDisk: è sufficiente registrarsi per ottenere uno spazio WebDAV da 2GB che può essere montato su Mac OS come unità di rete. Pur mettendo a disposizione solo 2 GB di spazio, non c’è limite al numero di account attivabili…

Torna al mio Mac

Si tratta di un servizio articolato, basato su Dynamic DNS, che richiede un server di “appoggio”. Personalmente ho apprezzato moltissimo Teamviewer: gratuito per uso personale, è un software pensato per l’assistenza remota che permette di accedere a tutte le funzionalità della macchina su cui è installato.

Account iChat

Non so quanti utilizzino realmente gli account iChat per comunicare, ad ogni modo il software funziona anche con un semplice account AIM.

Homepage

Adesso non venitemi a dire che non conoscete Altervista: avrete in più anche il supporto PHP e accesso ad un DB MySQL.

Sincronizzazioni varie

Non appena sarà disponibile la prima major release, fruux darà probabilmente molto filo da torcere a Mobile Me.

La versione attuale permette già di sincronizzare iCal, la Rubrica Indirizzi e i Preferiti di Safari. Prossimamente sarà aggiunto il supporto per l’iPhone e la sincronizzazione delle Preferenze, che lo renderanno un “must-have”.

Nel caso in cui non siate interessati alla sincronizzazione dei contatti e del calendario, è possibile sincronizzare i Preferiti con Foxmarks, che ha da pochi giorni aggiunto il supporto per Safari: con il loro tool è possibile anche sincronizzare i contatti automaticamente non solo tra computer differenti, ma anche tra browser differenti.

Al momento la più grande carenza riguarda la possibilità di sincronizzare tutte le password del sistema: non mi risultano infatti alternative free all’onnipresente 1Password

Galleria fotografica

Non c’è che l’imbarazzo della scelta: Picasa, Flickr, Photobucket

In conclusione, il pregio di Mobile Me è sicuramente quello di riunire una serie di funzionalità interessanti in un’unica interfaccia, senza configurazioni complicate o eccessivi interventi da parte dell’utente. Nonostante i numerosi problemi ammessi ormai pubblicamente dalla stessa Apple, Mobile Me rimane a mio parere una soluzione completa e assolutamente valida che ha il suo punto di forza nell’integrazione totale con il sistema operativo e la suite iLife.

Progetti come fruux, se continueranno a crescere, saranno certamente delle ottime alternative che permetteranno a tutti di accedere ad alcune funzionalità ormai necessarie come la sincronizzazione dei dati sensibili.

Ma, per ora, Mobile Me vince di misura…

Notizie su: