QR code per la pagina originale

Skype in partnership con Nokia: sarà sull’N97

Skype sarà precaricato sui cellulari Nokia N97 di prossima commercializzazione. Trattasi di un primo passo che porterà Skype anche su altri cellulari N-Series e sull'Xperia1 di Sony. Per Skype è una scommessa importante per invadere il mondo mobile

,

Dal GSMA Mobile World Congress giunge un nuovo annuncio in seno al mondo Nokia. Dopo le novità enunciate in occasione della prima giornata dell’evento di Barcellona, ora Nokia tira in ballo anche Skype annoverando il client di proprietà eBay come applicazione precaricata sul prossimo N97. Skype, insomma, entra nel mondo Nokia passando per il vialone principale e giungendo nelle mani di utenti avanzati, precaricato sul cellulare di punta della casa leader del settore.

Avere Skype sul cellulare significa avere in mano un dispositivo con un evidente valore aggiunto. Da una parte permette di accedere a chiamate internazionali a costo minore, dall’altra addirittura permette di contattare gli utenti della propria buddy list senza dover sborsare nemmeno un centesimo. A tal fine occorrerà sfruttare però o la connettività wireless quando disponibile, oppure dotare il proprio abbonamento di un profilo flat per la navigazione. Skype determina un consumo del traffico relativamente basso, ma un uso frequente di tale strumento potrebbe rivelarsi oneroso e controproducente. Alla luce della sempre maggior pervasività degli abbonamenti che prevedono una certa quota di traffico dati, però, un nuovo orizzonte sembra profilarsi e per Skype può essere questo un elemento di logico ed ambizioso interesse.

Spiega il comunicato ufficiale Nokia: «La funzionalità Skype verrà inclusa nella rubrica del Nokia N97, consentendo di attivare le impostazioni sulla presenza (ovvero, la possibilità di vedere quando i propri contatti Skype sono online) e il servizio di instant messaging. Gli utenti del Nokia N97 di tutto il mondo potranno inoltre utilizzare le reti 3G e WLAN, al fine di effettuare e ricevere in modo facile e gratuito chiamate da Skype a Skype, oltre ad usufruire delle convenienti tariffe che Skype applica alle chiamate verso numeri fissi e cellulari».

N97 con Skype (by CNet)

«Pensiamo che la mobilità sia incredibilmente importante per il nostro futuro […] L’annuncio Nokia è per noi una pietra miliare. In partnership con i produttori, possiamo mettere a disposizione una esperienza superiore»: così Josh Silverman, amministratore delegato Skype, commenta l’accordo. Secondo Silverman l’N97 sarà solo il punto di inizio, ma l’esperienza Skype su Nokia è destinato ad estendersi anche ad altri cellulari della Serie N. Nokia, da parte sua, fa leva sulla massa dei suoi account per etichettare Skype come la più ghiotta delle opportunità: «Con oltre 400 milioni di utenti Skype a livello mondiale, l’integrazione di Skype sui mobile computer Nokia Nseries è un passo fondamentale per attivare sul mobile computer più avanzato al mondo esperienze internet convergenti prima disponibili solo da computer fisso». Ed oltre a Nokia anche Sony starebbe per avventurarsi in una partnership similare, con Skype pronto ad essere caricato sui prossimi Xperia1 su piattaforma Windows Mobile (la nuova gold release di Skype per Windows Mobile è stata peraltro testé rilasciata).

Secondo i dati formulati dal gruppo, ad oggi si contano già 300 milioni di minuti “Skype-to-Skype” in mobilità al ritmo attuale di 1 milione al giorno. I maggiori risultati sono ovviamente stati ottenuti grazie alla rete 3, con la quale Skype ha sviluppato anche un cellulare apposito, avente baricentro completamente incentrato sul sistema Skype, ma sorretto dalla tradizionale rete 3. Silverman approfitta della platea raccoltasi attorno a Skype anche per commentare alcune voci che vedevano il gruppo in difficoltà, con eBay pronto a vendere al miglior offerente: secondo il CEO i rapporti tra le parti sarebbero totalmente sereni e il supporto da parte di eBay sarebbe totale. Al tempo stesso, però, nessun commento parla di cessioni o possibili contatti. Nessuna smentita, quindi. Il che equivale quantomeno ad una mezza conferma.

Notizie su: