QR code per la pagina originale

Nuova campagna Apple: passare da Windows a Mac

,

Sarà lo scarso successo riscosso da Windows Vista, sarà che il pubblico è più smaliziato, fatto sta che, secondo Apple, ogni due computer venduti in un Apple Store, uno viene comprato da un utente che non ha mai usato un Mac. E così ad Apple è venuta in mente una nuova compagna informativa che cerca di rispondere a tutte le domande più frequenti che potrebbero solleticare un utente pronto allo “Switch”.

La sezione del sito Apple dedicata all’iniziativa è infatti una piccola oasi in cui Cupertino cerca di rassicurare l’utenza che intende passare da Windows a Mac. Tutti gli argomenti toccati (pressoché normale amministrazione per un utente Mac medio) rappresentano probabilmente i principali dubbi e timori che attanagliano coloro che vorrebbero passare alla piattaforma della mela.

Si parla di potenzialità, sicurezza, facilità d’uso, ma soprattutto ci si concentra sulla compatibilità. Uno dei sospetti più frequenti da parte degli “switcher”, infatti, è l’impossibilità di collegare la vecchia stampante, il vecchio mouse o di non poter più leggere i file creati con i programmi per Windows. In realtà, è spesso possibile trovare software o driver che sopperiscono alle singole esigenze e, nel peggiore dei casi, viene illustrata la possibilità di installare Windows o di virtualizzarlo.

In realtà, se uno ha provato altri Sistemi Operativi oltre Windows e si pone il problema della “scelta”, con ogni probabilità ha già compreso che non ha senso parlare di compatibilità in senso lato, perché bisogna sempre decidere “con cosa” si vuole essere compatibili. E una volta fatto il salto, è sufficiente informarsi prima di un acquisto, per evitare brutte sorprese. Al di là di questo, il resto è tutta questione di gusti, marketing e necessità, e con un panorama più vivace e misto, gli utenti hanno solo che da guadagnarci.

Notizie su: