QR code per la pagina originale

Provato Quake Live

GamesNation ha testato per voi la open beta di Quake Live

,

Da poche ore è finalmente possibile mettere mano alla open beta di Quake Live, ambizioso progetto di id Software che tenta di portare il suo famoso FPS alla portata dei più comuni browser e a costo zero, guadagnando solo ed esclusivamente con l’ingame advertising.

Utilizzando il motore di Quake III Arena, id Software ha dato vita al primo FPS giocabile via browser senza bisogno di alcuna installazione. O quasi.

Dopo aver effettuato la registrazione al servizio si verrà messi in coda per poter accedere al download di un piccolo client del peso di circa 6 MB la cui installazione durerà una manciata di secondi e il riavvio del browser. Tuttavia non si perderà la propria posizione in coda (a meno che non passi un intervallo di tempo troppo lungo tra la chiusura e la riapertura del browser).

Una volta effettuato questo step si potrà finalmente accedere alla fase di personalizzazione del proprio avatar. Sarà inoltre possibile cambiare l’impostazione dei comandi (di default è sempre utilizzata la ben rodata combinazione WASD+mouse) e anche i settaggi audio e video. È ammirevole notare tra le opzioni messe a disposizione la facoltà di giocare a schermo intero (decisamente lenta a caricare) e la possibilità di cambiare la qualità di texture, modelli 3D e luci al fine di migliorare le prestazioni del gioco.

Sistemati i settaggi sarà possibile cominciare a prendere dimistichezza con il gioco attraverso un breve tutorial (che può essere saltato), cui seguirà una sessione deathmatch da 10 minuti contro il computer per definire il livello del giocatore. Questo influirà sugli accoppiamenti che verranno automaticamente fatti durante la ricerca delle partite online.

Terminato il match, è quindi possibile iniziare a destreggiarsi contro altri giocatori scegliendo una delle stanze in cui ci siano posti disponibili. Tra le modalità di gioco possibili si segnalano le note Free for All, Team Deathmatch, Capture the Flag, Clan Arena e una modalità chiamata Instagib in cui è un solo colpo andato a segno basterà a uccidere il bersaglio… o a essere uccisi. Le 30 mappe delle varie arene (provenienti da Quake III Arena) verranno scaricate di volta in volta in brevissimo tempo.

Quake Live gode di un audio sufficientemente buono per lo scopo e una veste grafica di certo non all’altezza degli attuali standard commerciali, ma assolutamente all’avanguardia se si pensa che il gioco giri via browser.

Il framerate del titolo id Software è ottimo e risente solo dei rari problemi di latenza e della modalità a schermo intero, decisamente da migliorare; a volte sparatorie troppo dense possono mandare in crash il gioco, ma essendo una beta è normale incappare in log out spontanei o freeze di questo genere durante l’azione.

Dopo qualche sessione di gioco si può sicuramente dire che id Software sia riuscita a produrre un titolo in linea con l’odierna tendenza ad alleggerire il carico di lavoro su PC e allo stesso tempo ad ottimizzare la portabilità del software. Se non fosse per quel piccolo client da installare, Quake Live si potrebbe definire a tutti gli effetti una elaborata web app in grado di unire le aspettative dell’hardcore gamer a quelle del casual gamer: ritmi di gioco frenetici e gameplay aggressivo con l’esigenza di leggerezza e la scarsa disponibilità di tempi da dedicare allo svago.

Notizie su: