QR code per la pagina originale

Skype taglia i trasferimenti di denaro da PayPal

Skype ha ufficialmente tagliato ogni legame con PayPal: il trasferimento di denaro tramite il client VoIP non sarà più cosa possibile in quanto servizio sottoutilizzato. Sull'annuncio, però, potrebbe gravare anche l'ombra di ipotesi d'altra natura

,

Skype non potrà più fungere da client per il trasferimento di piccole somme di denaro. La funzione è stata definitivamente depennata dai piani del gruppo, e si tratta di una mossa che costringe ad una riflessione più generale su quello che è il futuro della triade eBay/Skype/Paypal.

La notizia giunge da Mr.Pin, tramite il blog italiano di Skype, riprendendo l’annuncio di Peter Parkes sul blog ufficiale del gruppo: «Poco meno di due anni fa, abbiamo introdotto in Skype per Windows, la funzione per Inviare pagamenti e trasferire denaro. Purtroppo, questa funzione non è stata utilizzata molto dagli utenti di Skype e non ha più ragione di continuare ad esistere quindi, l’Invia Pagamento mezzo Skype NON sarà più disponibile. È stata una decisione difficile da prendere ma vogliamo concentrarci sulle cose che Skype sa fare meglio come l’alta qualità delle chiamte voce, le videochiamate, le chat e Skype Mobile, tanto per citarne solo alcuni. Ti consigliamo quindi, invece di utilizzare Skype, di usare PayPal che rimane un modo semplice e sicuro per inviare denaro on-line».

L’introduzione dei pagamenti tramite Skype era una novità annoverata in Skype 3.2, quando ancora alla guida del gruppo vi erano i fondatori Niklas Zennstrom e Janus Friis. Era l’epoca in cui gli azionisti iniziavano a pressare eBay chiedendo come e se il lauto investimento infuso in Skype sarebbe mai arrivato a partorire sinergie, denaro e nuovi servizi. Da allora nulla è sostanzialmente cambiato, se non che Skype ha continuato a crescere con ritmo incessante, senza tuttavia mai sposare il proprio successo con la community eBay.

Il progetto dell’integrazione Skype/PayPal, nello specifico, non è mai stato una rivoluzione: il trasferimento di denaro attraverso il client non è mai stato avvalorato da utilità reali e per questo motivo la funzione è andata pressoché ignorata nel tempo. Ma l’insuccesso non è certo motivato dall’idea, di per sé buona: semplicemente l’accesso al credito PayPal tramite Skype non ha mai comportato vantaggi, ed è stato dunque uno strumento tanto appetibile quanto inutile. La chiusura del progetto è una conseguenza logica.

Notizie su: ,