QR code per la pagina originale

Apple rende più rapido MobileMe

La società di Cupertino ha da poco attivato una serie di aggiornamenti per rendere più rapido e affidabile MobileMe, il suo famoso servizio cloud. La sincronizzazione dei dati avviene ora con maggiore rapidità e iDisk supporta la condivisione dei file

,

A distanza di alcuni mesi dall’ultimo aggiornamento, Apple ha da poco apportato alcune importanti modifiche al suo servizio cloud MobileMe. Le novità interessano alcune funzioni del servizio, divenuto famoso la scorsa estate per alcuni malfunzionamenti che ne rendevano estremamente difficile l’utilizzo. Gli ultimi aggiornamenti apportati interessano tutti gli account e sono già attivi da alcuni giorni.

La novità più importante riguarda la possibilità di condividere i propri file attraverso iDisk, il servizio di storage online fornito da MobileMe. Utilizzando il tasto “Share File”, ogni utente ha ora la possibilità di inviare a un proprio contatto una email contenente un link per effettuare il download. L’intera operazione può anche essere gestita con una password di protezione, così da aumentare la sicurezza e sottrarre il file da sguardi indiscreti. Nelle opzioni di invio si può, infine, configurare una data di scadenza per il link inviato, restringendo il periodo utile per scaricare il file tramite iDisk. La nuova funzione di condivisione era attesa da mesi dagli utenti di MobileMe: “Share File” era stato presentato nel mese di luglio, ma a distanza di circa sei mesi non era ancora entrato in funzione.

Seguendo le richieste degli utenti, gli sviluppatori di Cupertino hanno poi reso più rapida la sincronizzazione dei dati tra il loro servizio cloud e i Mac o Pc. Le modifiche apportate ai contatti e ai calendari, tramite “Rubrica Indirizzi” e “iCal” sui Mac o “MS Outlook” su PC, vengono ora caricate più rapidamente tra le nuvole su MobileMe in pochi istanti. Analogamente, anche le informazioni aggiornate tramite il servizio online Me.com e gli iPhone (o iPod Touch) vengono automaticamente sincronizzate con i Mac e PC abbinati in pochi istanti.

Notizie su: