QR code per la pagina originale

IE8 può essere disattivato su Windows 7

Una recente versione di Windows 7 consente di disattivare completamente il browser predefinito Internet Explorer 8. La funzione esclude il file eseguibile dell'applicativo e configura il sistema operativo per evitare conflitti con altri componenti

,

Windows 7 potrebbe essere la migliore risposta di Microsoft per fronteggiare le accuse dell’Unione Europea, che contesta alla società di Redmond di essersi avvantaggiata sul mercato offrendo Internet Explorer con i suoi sistemi operativi. Stando alle ultime indiscrezioni circolate online, in una recente versione di Windows 7 è stata identificata una funzione per escludere Internet Explorer 8 dall’OS senza compromettere il funzionamento dell’intero sistema. Una soluzione forse adottata per assecondare le pressanti richieste da parte dell’Unione Europea e mettersi al riparo da una nuova causa antitrust.

La nuova funzione è stata segnalata online dal blog AeroXperience, che ha da poco fornito alcune informazioni sulle procedure da seguire per disabilitare IE8. L’opzione è presente, al momento, nella sola build 7048 di Windows 7, ma dovrebbe essere inclusa anche nella prossima Release Candidate dell’atteso nuovo sistema operativo sviluppato da Microsoft. Secondo il blogger che ha testato la nuova funzione, la procedura di rimozione del browser non sembra compromettere le altre funzionalità dell’OS o la sua stabilità.

esclusione ie8

«Al momento, viene escluso solamente il file eseguibile di Internet Explorer 8 (iexplorer.exe), ma considerato che la maggior parte dei sostenitori richiedevano la possibilità di poter rimuovere letteralmente IE8, questa deve essere stata l’unica soluzione possibile per farlo senza compromettere Windows. Inoltre, la procedura richiede due riavvii e alcuni passaggi di configurazione per essere completata, dunque anche dietro le quinte [del sistema operativo, ndr] deve succedere qualcosa (probabilmente un remapping delle funzioni legate a IE per evitare che altri elementi di Windows lamentino la mancanza di Internet Explorer» scrive Bryant sul suo blog.

Notizie su: