QR code per la pagina originale

Le piccole grandi trovate dei gestori telefonici

,

I gestori telefonici, così come tutte le altre società che popolano il mercato, hanno come obiettivo quello di generare profitto. La contentezza del consumatore diventa quindi un mero mezzo: se il cliente è contento dei servizi offerti e delle tariffe corrisposte, continuerà a scegliermi, partecipando al fine ultimo di aumentare i miei ricavi. Un mezzo dicevamo, e neanche tra i più prioritari.

Basta infatti buttare un occhio a fatti anche recenti per notare tanti piccoli comportamenti da parte degli operatori che hanno messo in secondo piano l’interesse del cliente, con l’obiettivo, per lo meno sperato, di generare profitti ancora maggiori: pubblicità ingannevoli, svantaggiose (per i consumatori) rimodulazioni delle tariffe, modifiche apparentemente insensate alle promozioni.

Ultimamente ho notato che sono state applicate nuove “accortezze” che di sicuro non fanno la nostra felicità:

  • Ritorna la tariffa con scatto ogni minuto: si diceva che uno dei principi con il quale il decreto Bersani aveva tentato di portare un po’ di ordine era quello del “paghi per ciò che consumi”. Da questa linea è scaturita l’abolizione dei costi di ricarica, livellamento delle tariffe con l’estero e altre direttive. Ma che dire del pagare la stessa cifra per una telefonata lunga un minuto e 59 secondi anche quando parlo solamente per 1 minuto e 1 secondo? Eppure molte delle tariffe ricaricabili proposte attualmente dai gestori hanno una tariffazione a scatti anticipati della durata di un minuto.
  • La validità di un bonus passa dal mese al mese solare: in principio il bonus per il credito accumulato poteva essere usato a tempo indeterminato. Poi si è passati a 6 – 4 – 2 – 1 mese entro il quale, se non viene consumato, il bonus decade. Ultimo atto di questa marcia al ribasso è la validità nel mese solare. Poniamo il caso che abbia una promozione che mi raddoppia la ricarica fatta. Se ricarico intorno al 20, questo bonus mi scadrà entro la fine del mese, con solo dieci giorni utili per beneficiarne;
  • Il prezzo degli SMS, in continua ascesa, senza un reale motivo tecnologico e con perfetto tempismo da parte di tutti gli operatori. Senza contare che sembra addirittura che gli SMS alle compagnie telefoniche non costino nulla a livello di sfruttamento dell’infrastruttura di rete.

Notizie su: