QR code per la pagina originale

Nasce la YouTube Symphony Orchestra, la prima orchestra virtuale del Web

,

Per alcuni sarà un’intuizione geniale, per altri, legati maggiormente alla tradizione, sarà soltanto una trovata di cui non si sentiva il bisogno. Ma qualunque sia la propria opinione, non si può certo negare che l’idea del compositore cinese Tan Dum abbia una forte connotazione innovativa, al punto da non escludere che anche altri musicisti seguiranno l’esempio.

Tan Dum ha infatti pensato di creare la prima orchestra sinfonica virtuale, ovvero un’orchestra i cui componenti si esibiranno ognuno con un proprio video registrato singolarmente, per poi vedere unite tutte le singole esibizioni in quello che possiamo definire una sorta di collage video-musicale, creando in tal modo una vera e propria esibizione orchestrale.

Quale location per queste particolarissime audizioni, è stato scelto YouTube, l’aggregatore multimediale per eccellenza. Infatti, agli aspiranti musicisti è stato sufficiente scaricare lo spartito, esercitarsi, registrare un video con la propria performance e caricarlo sul canale dedicato all’iniziativa.

L’elenco dei vincitori di diverse nazionalità, strutturato in varie sezioni strumentali, come nella più classica delle orchestre sinfoniche, è stato reso pubblico il 2 marzo. A votare i migliori ci hanno pensato gli stessi utenti di YouTube, decretando così i nomi dei musicisti che, oltre a prendere parte all’esibizione virtuale, saranno chiamati anche a esibirsi dal vivo alla Carnegie Hall di New York il 15 aprile, sotto la direzione del maestro Michael Tilson Thomas.

La composizione da eseguire è stata scritta da Tan Dum, ispirato dai suoni e i rumori uditi per le vie di Pechino e Shanghai durante le passate Olimpiadi, un mix di effetti sonori che il compositore ha tradotto in note creando così la Sinfonia Eroica, che potete ascoltare in questo filmato:

Innovazione o semplice provocazione? Spetterà al pubblico delle Rete, e non, dare una risposta. Ma chissà se la musica classica non troverà proprio in Internet lo strumento ideale per avvicinare all’ascolto il pubblico giovanile.

Notizie su: