QR code per la pagina originale

Una nuova beta di Snow Leopard

,

Apple ha distribuito agli sviluppatori una nuova beta di Snow Leopard (la 10A286), a segnalarlo è AppleInsider. Siamo ancora lontani dalla versione definitiva, nonostante ciò alcune novità interessanti cominciano a fare capolino.

Dopo le novità emerse da alcuni screenshot della beta precedente, ora cominciano ad arrivare alcune novità più corpose. Gli sviluppatori che hanno già avuto occasione di usarla, infatti, oltre a sottolineare che ha come browser di default la beta di Safari 4, raccontano che la 10A286 introduce una nuova versione di QuickTime chiamata QuickTime X.

Per l’occasione Apple ha completamente ridisegnato l’applicazione dotandola di un’interfaccia minimalista che, dalle descrizioni, somiglia ai controlli che appaiono durante la visione di un film con DVD Player: semplici e poco invasivi.

Le novità non riguardano però solo QuickTime; è iniziata anche una completa riscrittura in Cocoa del Desktop, delle finestre delle informazioni e dei menu contestuali.

Secondo alcune indiscrezioni, tra circa un mese dovrebbero arrivare altre novità con una nuova beta. Per allora sono attesi un nuovo metodo per la gestione e l’installazione dei driver per le stampanti, l’arrivo di Core Location e del framework multitouch per gli sviluppatori di terze parti.

Le novità che Snow Leopard porterà agli utenti della Mela saranno davvero molte, ma tanti sono i problemi ancora da risolvere. Sembra infatti che anche questa nuova versione sia piena di problemi più o meno gravi.

Per i tester i guai cominciano da subito perché ad avere problemi è anche l’installer che, oltre ad essere molto lento, se si installa in remoto, manda il computer in Kernel Panic. Altri bug sono segnalati sul funzionamento di Assistente migrazione, su Time Machine e su iTunes quando al Mac viene connesso un iPhone.

Sembra inoltre che Apple non abbia ancora adattato il nuovo sistema alle schede nVidia, che in molti casi causano il blocco al punto che la stessa azienda di Cupertino sconsiglia ufficialmente di installare questa beta sul recentissimo Mac Pro Nehalem.

Notando tutti i problemi di queste versioni preliminari c’è già chi pensa che sarà difficile per Apple presentare il nuovo sistema operativo entro l’estate e alcuni parlano della possibilità che gli utenti finali debbano aspettare fino all’autunno per poterlo installare sui propri Mac.

Notizie su: