QR code per la pagina originale

La Stampa nel Premium Publisher Network

Da pochi giorni anche La Stampa è entrata a far parte del Premium Publisher Network nato da RCS e Gruppo Editoriale L'Espresso. Il network crea una alternativa interna ad AdSense per rilanciare la raccolta pubblicitaria online dei grandi editori

,

Tutti per uno, Premium Publisher Network per tutti. Nel momento in cui la crisi ha iniziato ad abbattersi anche sulla pubblicità online (gallina dalle uova d’oro che i grandi gruppi non hanno dimostrato di comprendere già appieno) i grandi player dell’editoria cartacea hanno deciso di mettersi assieme per combattere una comune battaglia. O quantomeno, nel nome di un nemico comune.

Premium Publisher Network è una nuova entità nata dall’idea di RCS MediaGroup (Corriere della Sera, Gazzetta dello Sport) ed il Gruppo Editoriale L’Espresso (Repubblica, L’Espresso, Radio Deejay), ma da pochi giorni si è unito al team anche il gruppo editoriale La Stampa. Il Sole 24 Ore potrebbe essere alla porta, in attesa di bussare per entrare con discrezione nello stesso gruppo. I grandi nomi sono garanzia di esperienza e grandi numeri, ma non è detto che possano essere sufficienti questi ingredienti per amalgamare un team che, ad oggi, sembra avere un solo elemento a fare da trait d’union: la volontà di creare una alternativa a Google. Grazie alla nuova entrata del gruppo La Stampa, il network raggiunge una massa critica fondamentale che dona ulteriore spolvero all’idea. E se davvero il Sole 24 Ore si unisse al gruppo, allora gran parte del Web italiano dipenderebbe paradossalmente dalle capacità di raccolta pubblicitaria di una entità direttamente discendente da attori di mercato propri del cartaceo.

Recita il comunicato ufficiale che ha sancito la nascita del gruppo: «Con la creazione di questo network, RCS e L’Espresso offrono una nuova opportunità di comunicazione che si affianca alla consueta offerta display advertising delle proprie concessionarie. I due gruppi editoriali promotori intendono aprire da subito il Consorzio alla partecipazione di altri editori proprietari di brand affermati sul mercato e in grado di offrire audience qualificate. Il nuovo network consentirà agli inserzionisti di utilizzare formati pubblicitari text link a performance contestualizzati rispetto ai contenuti e al target di utenza, garantendo la visibilità verso una audience di qualità e di elevato valore pubblicitario. Si tratta della prima iniziativa di questo tipo a livello europeo». Facile, pertanto, intravedere nel Premium Publisher Network la volontà di aggirare Google per evitare dispersioni nel processo che porta la moneta dagli investitori a chi mette le proprie impression a disposizione.

Notizie su: