QR code per la pagina originale

Il marketing sui social media non conosce crisi

Circa il 50% delle aziende attive nel marketing ha dichiarato di voler aumentare gli investimenti nei social media nei prossimi mesi. Gli esperti di marketing sono alla ricerca di nuove soluzioni per attrarre gli inserzionisti

,

Nonostante la crisi economica stia portando a una sostanziale contrazione delle spese da parte delle società, il comparto legato ai social media sembra essere destinato a beneficiare di nuovi importanti investimenti. A rivelarlo sono gli analisti di Forrester Research, che hanno da poco pubblicato un report basato su circa 145 aziende con più di 250 impiegati su scala globale. Stando ai dati raccolti, oltre la metà delle principali società attive nel marketing potrebbero aumentare la loro attuale spesa nei social media online nel corso dei prossimi mesi, nonostante l’inasprirsi della crisi.

Il segreto del successo del marketing legato ai mezzi di socializzazione e condivisione online è dovuto ai costi relativamente bassi per gestire la promozione di un prodotto o servizio. A differenza delle tradizionali forme pubblicitarie, come quelle televisive, gli annunci sulla Rete si rivelano molto economici e comportano dunque minori investimenti da parte delle società interessate a promuovere il loro marchio e i loro beni. Il report di Forrester Research conferma tale particolarità: circa i tre quarti delle società interpellate hanno infatti dichiarato di non aver speso più di 100mila dollari nel corso degli ultimi 12 mesi per compiere campagne di marketing sui social media. Circa la metà ha investito cifre relativamente basse e non superiori a 30mila dollari, pur raggiungendo un buon volume di utenti con campagne mirate ed efficaci.

La ricerca dimostra, inoltre, come numerosi esperti considerino ancora il marketing online una risorsa sulla quale investire cifre variabili di denaro, a seconda delle necessità e senza una grande pianificazione preventiva. Molte delle forme per l’advertising sui social media sono ancora acerbe e da affinare, dunque quasi la metà delle aziende preferisce sperimentare più strategie di marketing alla ricerca del mix maggiormente adatto.

Nonostante i nuovi sistemi di promozione non garantiscano sempre buoni risultati e siano distanti dall’essere maturi, il 53% delle società del campione statistico dichiara di voler aumentare gli investimenti per il marketing nei social media nel corso dei prossimi mesi, mentre il 42% prevede di mantenere gli attuali livelli di spesa per la promozione online. Solamente il restante 5% ha dichiarato di voler ridurre il suo attuale impegno economico. I nuovo investimenti saranno principalmente orientati al crescente comparto dei social network e all’ancora dinamico mercato dei blog. Le nuove potenzialità offerte dai sistemi di geolocalizzazione potrebbero inoltre stimolare nuovi investimenti nel comparto del Web mobile, specialmente grazie al debutto delle campagne di marketing basate sulla propria posizione geografica.

Benché le prospettive per l’economia siano alquanto minacciose, società ed esperti di marketing sembrano essere determinati a sperimentare nuove soluzioni e a investire ulteriore denaro nei social media. La speranza è che la sperimentazione possa portare presto a nuovi sistemi vantaggiosi, e relativamente economici, per la promozione di prodotti e servizi online. Secondo gli analisti, il periodo di ristrettezze dovuto alla crisi economica potrebbe incentivare le società a guardare con più attenzione ai social media, che potrebbero costituire una valida alternativa per continuare a fare marketing, ma con un dispendio di risorse maggiormente contenuto rispetto ai costosi canali di promozione tradizionali.

Notizie su: