QR code per la pagina originale

Un iPod shuffle col DRM?

,

All’interno delle speciali cuffie (quelle coi controlli integrati) del nuovo iPod shuffle, è stato trovata della componentistica dedicata al DRM. Non è ancora ufficialmente noto il suo scopo, ma non è difficile ipotizzarlo: Apple vuole trincerare dietro la burocrazia gli introiti derivanti dalle loyalties.

Il chip in questione, il 8A83E3, è stato scovato da EFF, e sembra che sia usato per impedire che le società di terze parti possano praticare il “reverse-engineering” per scoprire la tecnologia alla base dello shuffle.

In questo modo il piccolo lettore multimediale (così come è stato per iPhone e iPod touch prima) viene di fatto blindato, e tutti i produttori di accessori saranno costretti a pagare royalties salate a Cupertino per poter usare il chip di autenticazione e integrarlo nelle proprie cuffie compatibili.

Risultato: chiunque immettesse sul mercato degli accessori senza l’autorizzazione di Cupertino rischierebbe una causa milionaria per violazione del DCMA.

E ciò è un peccato, perché con cavilli legali e tecnologici si complica inutilmente un dispositivo estremamente semplice come l’iPod shuffle, e si creano vincoli artificiali col solo scopo di legare a doppio filo gli utenti a Cupertino. È evidente che questa mossa non sia salutare né per gli utenti, né per il mercato, perché pone un freno fittizio alla competizione e all’innovazione.

Notizie su: