QR code per la pagina originale

Dell alla prova smartphone

Il CEO della società ha da poco confermato un interessamento di Dell per il competitivo comparto degli smartphone. Il produttore di computer avrebbe già presentato un prototipo agli operatori, ricevendo una fredda accoglienza. Dell pensa anche a Palm

,

«È vero, stiamo valutando le possibilità legate ai dispositivi con schermi piccoli». La conferma giunge direttamente dal CEO di Dell, Michael Dell, che in un recente incontro in Giappone ha velatamente fatto riferimento alla possibilità di sviluppare e produrre un piccolo dispositivo portatile per accedere a Internet in mobilità. La recente dichiarazione sembra dunque confermare le voci circolate nel corso degli ultimi giorni intorno alla creazione di uno smartphone da parte di Dell.

Il CEO della società ha poi precisato come al momento non vi siano ancora sufficienti elementi per procedere a un annuncio ufficiale da parte di Dell: «Non abbiamo alcun annuncio da condividere con voi oggi, ma continuate a seguirci perché appena avremo nuove notizie le condivideremo con voi. […] Nel corso degli ultimi tre anni abbiamo integrato le antenne 3G nei nostri notebook. Abbiamo già numerosi accordi con gli operatori telefonici per alcuni netbook, dunque non è irragionevole pensare che potremo produrre dispositivi portatili per l’accesso a Internet o smartphone in futuro». Una eventualità vista con favore anche da numerosi analisti, secondo i quali un nuovo soggetto nel comparto degli smartphone potrebbe aumentare la concorrenza sul mercato con benefici per le società e per gli stessi consumatori.

Stando alle voci circolate negli ultimi giorni online, Dell avrebbe presentato già un primo prototipo ad alcuni operatori mobili per una valutazione preliminare del nuovo dispositivo. Pare che il primo smartphone di prova abbia però ricevuto un’accoglienza particolarmente fredda da parte delle compagnie telefoniche, interessate a un progetto maggiormente competitivo e in grado di mettersi in diretta concorrenza con i principali dispositivi mobili oggi sul mercato. Il prototipo giudicato poco innovativo sarebbe ora nelle mani degli sviluppatori Dell, chiamati a risolvere i difetti riscontrati dagli operatori e a migliorare capacità ed esperienza d’uso del dispositivo.

Le voci sul possibile debutto di Dell nel settore degli smartphone si sovrappongono alle indiscrezioni su un possibile interessamento nei confronti di Palm. Benché anche in questo caso il condizionale sia d’obbligo, l’acquisizione della storica società da parte di Dell potrebbe consentire a quest’ultima di entrare rapidamente nel settore degli smartphone e collocarsi da subito in concorrenza con Apple, RIM e in parte con Nokia. L’accordo potrebbe giovare anche a Palm, ormai in procinto di lanciare il suo nuovo Palm Pre e probabilmente alla ricerca di un partner solido su cui appoggiarsi per contare su un’ampia rete di distribuzione per il suo dispositivo.

Di una possibile acquisizione di Palm da parte di Dell si parla ormai da circa due anni, ma ora i tempi potrebbero essere maturi. Secondo gli analisti, entrambe lo società potrebbero trarre dei sensibili vantaggi da una fusione, rendendo più solida e stabile la loro presenza nel competitivo comparto degli smartphone. I tempi e le modalità per il rilascio del nuovo Palm Pre potrebbero condizionare le prossime mosse di Dell, che ha comunque la liquidità necessaria per portare rapidamente in porto la potenziale acquisizione. Jack Gold di J. Gold Associates sembra essere invece di parere opposto: Dell avrebbe ormai perso il treno Palm, mentre potrebbe riservare sorprese sul fronte asiatico procedendo in futuro all’acquisizione di alcuni famosi produttori come Asus, Acer o il produttore di smartphone HTC.

Notizie su: ,