QR code per la pagina originale

Gmail Labs ora anche in italiano

,

Il 5 giugno 2008 Google annunciò ufficialmente al mondo il lancio di Gmail Labs, una nuova funzionalità del suo popolare sistema di posta elettronica per poter testare nuove idee innovative senza rovinare la stabilità del prodotto mainstream. Il risultato fu eccellente: da un lato Google si poté concentrare nel dare maggiore sicurezza e stabilità al prodotto finito e dall’altro a sperimentare con utenti benevoli e volenterosi le nuove funzionalità che man mano si sviluppavano nei laboratori.

Gmail Labs fu lanciato in origine in lingua inglese e fu una vera sfida a partire fin dalle 13 funzionalità sperimentali supportate all’inizio e per arrivare alle odierne 43 funzioni.

Il sistema Gmail infatti crea una versione proprietaria e personalizzata di Javascript per l’utente ogni volta che questo si connette a Labs e il numero di possibili combinazioni di codice è altissimo. Considerando l’attuale carico di 43 funzioni sperimentali, il sistema deve poter scegliere una fra le 2^43 (cioè 8000 miliardi) di combinazioni in tempo reale, ponendo serie preoccupazioni sulle fasi di testing oltre che di sviluppo.

Ma il gruppo di Mountain View non si è voluto fermare lì e ha lavorato alacremente fino ad annunciare l’arrivo odierno di Gmail Labs in moltissime altre lingue. Il laboratorio sperimentale Google Mail è infatti ora disponibile in 49 linguaggi (fra cui anche l’italiano!) portando il numero di potenziali possibili Javascript supportabili a 49x 2^43 = 430.000 miliardi!).

Per attivare le nuove funzionalità in Gmail e sperimentare con i progetti innovativi di Google in italiano si dovrà andare nelle Impostazioni, e selezionare il settaggio Labs. Da qui si potrà vedere la lista completa di funzioni sperimentali, tradotte per facilitare tutti. Fra le funzioni più importanti possiamo ricordare: Accesso alla posta offline (come se si usasse un client sul proprio PC), Mail Googles (quiz matematici proposti ad intervalli regolari per stimolare la mente), Filtri aggiuntivi di importazione ed esportazione posta elettronica, Utility per il controllo di allegati mancanti ecc.

Le funzionalità aggiuntive di Gmail Labs non sono ben documentate né testate, ma messe a disposizione di tutti da subito per una analisi dell’interesse che suscitano e per un feedback su difetti prima della loro futura implementazione nel prodotto finale. E da oggi sono finalmente presenti anche per chi sceglie l’italiano come lingua di default del proprio Gmail. Buona sperimentazione a tutti.

Notizie su: