QR code per la pagina originale

RIM: un trimestre oltre le aspettative

Research in Motion chiude l'ultimo trimestre fiscale con risultati sul piano degli utili pienamente soddisfacenti e superiori alle aspettative degli analisti, mostrando così una forte potenzialità di crescita nonostante il rallentamento dell'economia

,

Research in Motion, la società progenitrice del celebre BlackBerry, presenta un quarto trimestre relativo all’anno fiscale 2009 al di sopra delle stime degli analisti del settore, con un fatturato pari a 3,46 miliardi di dollari, 84 punti percentuali in più rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente e 24,5 punti percentuali in più rispetto al terzo trimestre. Si tratta di un segnale decisamente positivo che sembra spazzar via le preoccupazioni degli analisti (che si aspettavano un fatturato pari a 3,42 miliardi) in seguito all’allarme lanciato dalla stessa società nel mese di febbraio e che mostra una forte potenzialità di crescita nonostante il rallentamento dell’economia.

L’utile netto della società sale a 518,3 milioni di dollari (o 90 centesimi per azione), con una crescita del 26% rispetto ai 412,2 milioni di dollari (0,72 centesimi) relativi al trimestre fiscale 2008 e del 31% rispetto ai 396,3 milioni di dollari relativi al trimestre precedente. Un risultato decisamente incoraggiante che supera le caute previsioni degli analisti, i quali avevano attribuito alle azioni un ritorno diluito di 84 centesimi. «RIM ha avuto un anno fiscale 2009 straordinario», ha dichiarato in merito il co-chief executive della società Jim Balsillie, «con la vendita del nostro 50milionesimo smartphone BlackBerry e con 11 miliardi di dollari in fatturato»; il fatturato relativo all’intero anno fiscale passa infatti dai 6,01 miliardi del 2008 agli 11,07 del 2009. Per quanto riguarda le previsioni relative al primo trimestre 2010, che si chiuderà il 30 maggio, i ricavi sono attesi in un range di 3,3-3,5 miliardi di dollari, mentre gli utili per azione dovrebbero attestarsi tra gli 0,88 e i 0,97 dollari per azione.

Ottime notizie anche sul fronte degli abbonati, giunti a quota 25 milioni (3,9 nel solo ultimo trimestre), mostrando chiaramente il gradimento del pubblico in merito ai prodotti BlackBerry. Nel corso della giornata di ieri il titolo ha registrato un ulteriore crescita del 7,6%, mentre nelle trattative after hours le azioni sono salite di 17 punti percentuali portandosi a 60,18 dollari.

Notizie su: