QR code per la pagina originale

YouTube e Universal insieme aprono Vevo

I due colossi rimuovono i video del canale Universal dal grande aggregatore di Google per portarli su un nuovo sito più pulito, affidabile e appetibile agli investitori. La musica Universal caricata dagli utenti tuttavia potrà invece rimanere al suo posto

,

Il futuro di YouTube è davvero un mistero. I contenuti seri e professionali sembrano contemporaneamente arrivare e fuggire dal più grande aggregatore che nonostante la popolarità soffre il problema dei troppi contenuti amatoriali e della scarsa pubblicità. Adesso sembra che anche YouTube fugga da YouTube dando vita ad un nuovo progetto di nome Vevo.

In collaborazione con Universal Music Group infatti la divisione video di Google ha aperto un altro sito di videosharing chiamato Vevo dove distribuirà i video musicali rilasciati direttamente dall’etichetta. Ciò non significa che Universal rimuove la sua musica da YouTube come ha fatto Warner: gli utenti saranno ancora liberi di caricare video musicali o video con sottofondi di brani Universal secondo i medesimi principi validi in precedenza.

L’idea di Vevo è quella di creare una destinazione nuova e “pulita” per i contenuti Universal, un sito che sia presentabile e appetibile agli investitori pubblicitari. Un sito che insomma possa generare un ritorno economico valido, cosa che da tempo era tra i progetti di Universal. L’etichetta gestirà i contenuti e Google la tecnologia, quindi assieme si divideranno gli introiti.

YouTube + Universal = Vevo

Sembra dunque che per trovare finanziamenti YouTube sia pronto a creare nuove destinazioni non riuscendo a “ripulire” la propria. Eric Schimdt ha infatti dichiarato che si tratta del primo sito ombrello creato, ma non necessariamente dell’ultimo. Tutto sarà determinato dal successo di Vevo che prende in eredità il canale Universal, in assoluto il più sottoscritto di tutto il grande aggregatore, per convincere quello specifico pubblico a seguire i contenuti su un’altra destinazione.

«Crediamo che al lancio Vevo avrà già più traffico di qualsiasi altro sito musicale statunitense e mondiale» ha dichiarato Doug Morris, capo della Universal «inoltre si tratterà dell’utenza più desiderata in assoluto dai pubblicitari che si occupano di nuovi media».