QR code per la pagina originale

Frodo: emulatore Commodore 64 multipiattaforma

,

Il Commodore 64, uscito nell’agosto 1982 e vissuto fino all’aprile 1994, raggiunse l’incredibile numero (per l’epoca) di di 30 milioni di pezzi venduti conquistando, all’apice delle sue fortune, un market share del 40% e quasi 5 milioni di pezzi prodotti l’anno.

Passata la stagione dei fasti, del Commodore 64 ci rimangono i ricordi, i manuali che descrivevano i suoi processori grafico VIC-II e sonoro SID e, forse, ancora qualche esemplare inscatolato nel solaio di casa.

Ma non per questo si deve dire fine al divertimento di un tempo con classici videogame come Donkey Kong, Ghostbusters, Emlyn Hughes International Soccer, ecc. Gli sforzi di un ragazzo tedesco amante di questa piattaforma, Christian Bauer, hanno infatti dato vita ad un emulatore che oggi fa parlare molto di se: Frodo.

Le recenti release per Sony PSP, Symbian S60 3rd edition (supportato da molti moderni telefonini, specie Nokia), Nintendo Wii (in collaborazione con Simon Kagstorm) e Mac, si uniscono alle storiche versioni per Windows, BeOS/PPC, AmigaOS, PowerPC, HP-UX, Windows mobile, portando i sistemi operativi supportati ad oltre 15, per un divertimento ormai senza confini.

La pagina ufficiale del progetto consente quindi il download di quello che è per molti il miglior emulatore multipiattaforma di console passate.

E sembra che questo “mercato dei nostalgici” sia adesso oggetto delle mire dei colossi dei videogame. Da un lato Microsoft all’interno di Live e ora anche Nintendo con la sua Virtual Console, cercano di conquistare i piaceri e il divertimento (a pagamento) dei vecchi memori di un tempo andato. Ma se The Last Ninja, International Karate e Pitstop II, costano 4 euro ciascuno sulla rete Nintendo, perché non goderseli in pace assieme a molti altri vecchi giochi emulati su Frodo?

Notizie su: