QR code per la pagina originale

Symantec: 265% di malware in più in un anno

L'annuale Internet Security Threat Report di Symantec rivela come il malware sia in costante aumento e abbia toccato nel 2008 nuovi record. Non si arrestano anche i fenomeni legati allo spam e al phishing, a danno della sicurezza dei dati e degli utenti

,

L’aumento del malware e dei pericoli per la sicurezza online non conosce sosta. A rivelarlo è l’annuale Internet Security Threat Report di Symantec, che ha da poco fornito un dettagliato quadro sui principali rischi legati alla sicurezza riscontrati nel corso del 2008. Il documento [pdf] evidenzia come le soluzioni malware siano aumentate di oltre i 200 punti percentuali in un anno, segnando un nuovo record rispetto alle precedenti rilevazioni.

Durante il 2008, Symantec ha inserito nei suoi sistemi ben 1.656.227 di nuove definizioni per l’identificazione del codice malevolo. Tale cifra costituisce un aumento del 265% rispetto al 2007, quando la società specializzata nella sicurezza dei sistemi inserì circa 620mila definizioni legate al malware. Ciò significa che il 60% delle definizioni sul malware presenti nelle librerie Symantec sono state generate nel solo 2008 in seguito alla pesante ondata di nuovo codice malevolo. Secondo Symantec, la progressiva specializzazione dei creatori di malware e l’alto numero di varianti per ogni singola minaccia creata sarebbero alla base del corposo aumento di soluzioni malevole registrate in appena un anno.

Sfruttando virus, ma anche spamming e phishing, gli utenti malintenzionati sono riusciti a sottrarre un alto numero di informazioni specialmente nel settore finanziario. I sistemi di rilevazione della società di Cupertino hanno evidenziato un aumento delle attività legate alla sottrazione di identità in ambito economico, che interessano ormai il 29% delle minacce online, il 19% in più rispetto al 2007. Il furto dei dati sensibili avviene spesso attraverso la creazione di botnet, che consentono una gestione in remoto di un computer infettato, spesso all’insaputa dell’utente. Symantec ha registrato una media di 75mila computer infettati da botnet al giorno durante il 2008, un aumento di circa il 31% rispetto al 2007, a testimonianza della notevole crescita del fenomeno. Circa il 66% del software malevolo rilevato lo scorso anno dalla società specializzata in sicurezza si è propagato attraverso il file sharing, segnando così un sensibile aumento in confronto al 44% registrato nel corso del 2007.

Notizie su: