QR code per la pagina originale

Il Web 2.0 dei libri on line

,

Nell’ambito del mercato dei libri sul Web si stanno sempre più adottando misure che obbediscono a strategie di vendita che mirano a coinvolgere in misura maggiore i lettori, in questo caso anche utenti di Internet. All’insegna di nuove funzionalità 2.0 gli editori stanno cercando di costituire delle vere e proprie community della rete.

Le iniziative prese negli ultimi tempi prevedono accordi con comunità di lettori virtuali e forme di interazione con i social network. LaFeltrinelli per esempio propone ai lettori la possibilità di lasciare commenti, di effettuare recensioni e di realizzare una pagina personale all’interno della quale si può riprodurre la propria libreria digitale.

Il proprio scaffale può essere esportato anche su diversi social network. Ibs ha annunciato l’accordo con aNobii. Secondo questo accordo aNobii riceverà da Ibs un catalogo ricco anche di schede tecniche e gli internauti della community commenteranno i libri. Naturalmente gli utenti di aNobii saranno indirizzati su Ibs per i loro acquisti.

Hoepli ha annunciato che dal prossimo anno si adopererà per costruire una comunità online. Intanto i lettori possono usufruire di un blog e dei vantaggi offerti dall’accordo con Ilmiolibro. Il tutto è utile per promuovere la discussione sui libri, che, come chiarisce Sergio Stievano, responsabile marketing di Bol, rappresenta un elemento fondamentale di consultazione per chi è alla ricerca di informazioni allo scopo di acquistare un libro.

La condivisione di pareri anche nel campo della vendita dei libri presenta un ruolo di primo piano fra gli utenti della rete, perchè non è solo un elemento propulsore del mercato, ma una forma di scambio in grado di favorire l’interazione fra gli internauti.

Notizie su: