QR code per la pagina originale

Ask.com: il ritorno del maggiordomo Jeeves

Ask Jeeves torna all'antico e riassume il vecchio maggiordomo Jeeves. L'icona del motore di ricerca era stata abbandonata quando la proprietà era stata rilevata e nel 2006 si era pensato di rifare il trucco al gruppo. A distanza di 3 anni Jeeves ritorna

,

Era stato allontanato quando i padroni di casa erano cambiati. Nel giro di breve tempo, però, la sua figura ha fatto sentire la propria mancanza e l’annuncio odierno sembra dunque essere quanto di più interessante per rimettere ordine in un brand che sembra aver perso lo smalto dei tempi d’oro. Jeeves, il maggiordomo di casa Ask.com, è tornato online per rilanciare l’immagine del motore di ricerca e con esso anche la figura servile di un motore che ambisce a rispondere a tutte le domande che l’utenza può porre.

L’improvvisa ricomparsa è avvenuta sulla divisione inglese del motore di ricerca: «sono stato mandato via 3 anni fa per viaggiare nel mondo in cerca di conoscenza e sono tornato armato di risposte. Durante il mio soggiorno le ricerche hanno mostrato come il pubblico volesse il mio ritorno, cosa che ho trovato commovente. […] Ho capito che le risposte sono differenti ora. Tornando al 2006, volevate sapere come fare per spendere soldi, ora volete sapere come fare a risparmiarli». I motivi reconditi alla base del ritorno di Jeeves sono in una semplice ricerca di mercato che ha valutato come il vecchio maggiordomo fosse ancora una figura affascinante che poteva nuovamente dare lustro ad un gruppo altrimenti troppo anonimo per poter far presa su nuova utenza.

Ask Jeeves

Il ritorno del maggiordomo sotto i riflettori sarà accompagnato da una intensa campagna promozionale che intende sfruttare i bassi costi offerti da tv ed altri media per promuovere il motore tra le masse. Jeeves avrà il ruolo specifico di catalizzare l’attenzione dell’utenza offrendo un volto ad una campagna che si preannuncia «multimilionaria».

Notizie su: