QR code per la pagina originale

Tutti vogliono Foxconn

Tutti vogliono Foxconn: ci sta provando Apple per un netbook; ci sta provando Nokia, per uscire dalla sola telefonia; ci sta provando Motorola per Android e ci prova anche RIM. E probabilmente Foxconn potrebbe provarci anche in proprio, sfidando Kindle

,

Il nome Foxconn è sulla bocca di tutti. Un susseguirsi di rumor ha animato l’ultima settimana, e seppure nulla di concreto sia in realtà all’orizzonte spunta anche la possibilità di un netbook preparato in collaborazione con Apple per portare la mela di Cupertino anche in questo promettente ramo. Tutto ha inizio con la dismissione di parte delle consegne da parte di Nokia: lasciando libere le linee produttive a causa di una diminuzione generalizzata degli ordini, Foxconn si è trovata con grandi disponibilità e poche commesse, ed ora sta evidentemente mettendo a disposizione la propria forza lavorativa per altri progetti con nomi quali RIM o con la stessa Nokia (pur se in ambito differente).

Se tutto si ferma a causa di Nokia, tutto potrebbe ripartire proprio grazie alla Nokia stessa: l’impatto che la crisi ha avuto sulla telefonia non ha infatti scoraggiato l’azienda europea, dalla quale potrebbe scaturire un progetto in area netbook nel quale Foxconn potrebbe rientrare in qualità di produttore. Secondo The Street le parti potrebbero essere vicine ad un accordo dal quale scaturirebbe l’inizio della prima vera avventura Nokia al di fuori dell’ambito telefonico.

Un secondo gruppo vicino ad un accordo con Foxconn potrebbe essere RIM. Research In Motion, infatti, starebbe cercando nuove soluzioni per abbassare i costi di produzione senza rinunciare alla qualità dei propri dispositivi, ma i gruppi attualmente in partnership (Elcoteq, Celestica) non sarebbero in grado di affrontare un taglio dei costi. Anche al fine di aumentare il ritmo di produzione in vista di un miglioramento delle condizioni di mercato, RIM potrebbe dunque adottare Foxconn per parte della propria filiera produttiva.

Il terzo progetto in area Foxconn potrebbe avere cuore Android. L’ipotesi è infatti quella di un avvicinamento a Motorola per la produzione di una serie di dispositivi per telefonia mobile che fanno leva sul sistema operativo Google per ridurre i costi ed aumentare la profittabilità. Motorola, si sa ormai da tempo, ha visto andare allo sbando la propria quota di mercato ed è ora alla ricerca di un nuovo equilibrio in grado di rilanciare il gruppo. Il cosiddetto A-Team (Android Team) è la divisione interna a Foxconn che si occuperà del nuovo filone produttivo e Motorola potrebbe essere solo il primo di una serie di gruppi in avvicinamento spinti dall’interesse per la piattaforma di Mountain View.

L’ultimo rumor vede la Foxconn International Holdings attiva in proprio: il gruppo, dopo aver collaborato con Amazon per la costruzione di Kindle, potrebbe infatti ora prendere in mano la situazione per produrre un lettore ebook di proprietà. Il mercato inventato da Kindle è oggi identificato come la nuova gallina delle uova d’oro, con un potenziale rivoluzionario in grado di trasformarsi presto anche in un mercato di forte monetizzazione. Foxconn non commenta nel merito, lasciando piuttosto intendere di essere al lavoro per la produzione di un dispositivo che altri gruppi possano voler commercializzare sotto proprio nome e ad uso e consumo dei propri servizi.

Notizie su: