QR code per la pagina originale

I laptop aziendali persi possono costare 50mila dollari

Secondo uno studio commissionato da Intel, lo smarrimento o il furto di un computer aziendale può comportare un danno potenziale di alcune decine di migliaia di dollari per l'azienda. La perdita di dati sensibili costituisce il principale rischio

,

Un laptop aziendale perso o rubato può comportare un danno economico per l’azienda pari a 100mila dollari, parola di Intel. La famosa società produttrice di microprocessori ha da poco comunicato i risultati di uno studio commissionato al Ponemon Institute per analizzare i problemi legati alla sicurezza dei notebook utilizzati in ambito aziendale. Secondo l’istituto di ricerca, lo smarrimento o il furto di un computer portatile comporta in molti casi danni seri per le aziende non solo per la perdita dell’hardware, ma soprattutto per la diffusione dei dati riservati memorizzati sul dispositivo.

Stando ai dati forniti dal Ponemon Institute, i laptop rubati o persi durante gli spostamenti degli impiegati e dei manager intorno al mondo costano mediamente 49mila dollari alle società proprietarie, specialmente per i dati andati perduti e le informazioni sensibili per accedere alle reti interne aziendali. Il team di ricerca ha valutato 138 diversi casi di smarrimento e furto di un laptop di una azienda e ha in seguito stilato una lista comprendente i costi affrontati per riparare al danno derivato dalla perdita del dispositivo.

Nella media di circa 50mila dollari potenziali rientrano dunque le spese per: sostituzione con un nuovo laptop, indagini per ritrovare il dispositivo, procedure per limitare la perdita o la diffusione di dati sensibili, eventuale perdita di alcune proprietà intellettuali, legali per dirimere le questioni burocratiche. La sola violazione dei dati contenuti sul computer influisce per circa l’80% sulla cifra totale calcolata dal Ponemon Institute.

Secondo la ricerca, in molti casi non è il laptop dell’amministratore delegato ad avere il valore più alto tra i computer di una società. Per i dati e le informazioni che contiene, il notebook di un esecutivo può infatti valere intorno ai 30mila dollari, mentre quello di un direttore di area o di un manager di alto livello circa il doppio. Il danno per una società aumenta naturalmente con il passare del tempo dal giorno del furto o dello smarrimento del computer portatile. Se la mancanza di un dispositivo viene notata in un giorno, il danno può attestarsi intorno ai 9mila dollari, mentre dopo una settimana la cifra può raggiungere e superare i 100mila dollari.

I danni calcolati dal Ponemon Institute sono probabilmente un poco sovrastimati: la perdita di un laptop aziendale costituisce un serio problema, ma difficilmente si raggiungono le decine di migliaia di dollari di danni per un dispositivo mancante. La ricerca è stata del resto commissionata da Intel, impegnata nella realizzazione di nuove soluzioni per garantire una migliore criptazione e mantenere i dati sui computer rubati o smarriti lontani da sguardi indiscreti.

Notizie su: