QR code per la pagina originale

E3, Microsoft presenta il Project Natal

Microsoft ha presentato all'E3 il Project Natal, una webcam che permette l'interazione diretta del giocatore con il gioco muovendosi davanti allo schermo. La console, inoltre, potrà ora interagire con Facebook, Twitter e Last.fm. Annunciati i nuovi giochi

,

In vista dell’E3 2009 Microsoft aveva promesso fuochi d’artificio e così è stato: se il comparto Xbox 360 promette molto bene è perché la console sembra in grado di rilanciare sé stessa, sembra ancora in grado di esprimere altro potenziale e sembra soprattutto in grado di confermare una posizione di forza guadagnata a colpi di vendite. E c’è un nome su tutti a tenere alta l’attenzione sul mondo Xbox: i riflettori sono puntati sul cosiddetto Project Natal.

Per Project Natal si intende qualcosa di estremamente rivoluzionario nel concetto del gaming. La Xbox 360, infatti, potrebbe dotarsi di una sorta di webcam in grado di rilevare i movimenti del giocatore e, grazie a questi, avviare una interazione diretta con il personaggio. L’avatar potrà relazionarsi con il giocatore o impersonare il giocatore stesso, rendendo comunque il gioco similare all’esperienza Wii, ma senza alcun controller in mano: è tutto messo a punto dalla videocamera posizionata frontalmente al giocatore:

Microsoft ha immediatamente predisposto una apposita pagina esplicativa con tanto di canale su YouTube: è del tutto evidente che le ripercussioni della tecnologia in questione vadano viste, più che spiegate. Con il Project Natal, infatti, si apre una nuova strada nella videoludica, con tutta la bontà della Wii portata sulla grafica, sulla community e sulla base di opportunità costituite dalla piattaforma Xbox.

Project Natal

Microsoft ha fatto propria la tecnologia alla base del Project Natal il giorno in cui ne ha acquisita la casa madre 3DV Systems. Da oggi in poi l’esperienza Xbox è destinata a cambiare e la piccola telecamera presentata avrà un ruolo fondamentale in tutto ciò: se le performance saranno quelle promesse nei video promozionali, per gli sviluppatori di videogiochi si apre una nuova parentesi dopo quella dorata rappresentata dalla precedente rivoluzione Wii.

Il progetto nasce sotto grandi interessi, e nessun battesimo poteva essere più incoraggiante: Steve Spielberg, noto regista da tempo ormai riciclatosi nell’esperienza videoludica, è salito sul palco a benedire la nuova idea:

Nessun cenno, ad oggi, relativamente al costo di vendita. Nessun cenno, soprattutto, relativamente alle tempistiche di distribuzione. Prima di mettere in vendita la videocamera, infatti, dovranno essere pronti i primi videogiochi sviluppati sul nuovo concetto e sull’SDK da breve rilasciato. Nulla di imminente, dunque, ma sarebbe ovviamente importante avere i primi concept in tempo per il prossimo Natale Dopo Windows 7, infatti, Microsoft candidarebbe un altro posto per un ennesimo pacco sotto l’albero.