QR code per la pagina originale

Mobile User Experience, cosa c’è da sapere

,

User Experience per disponibili mobili, un campo ancora pionieristico e sconosciuto ai più. La presentazione di Rachel Hinman cerca di delineare alcuni topic a cui dovrebbero fare attenzione i designer quando si addentrano in questo campo.

Molto interessante, dal mio punto di vista, la parte centrale della presentazione, basata su una chiara assunzione: gli attuali smartphone si sono ormai staccati dalla concezione originale di apparati per telefonare, abbracciando sempre più funzioni, capaci di generare nuovi potenziali percorsi d’uso, ancora da approfondire o addirittura da scoprire.

Ci sono, infatti, delle caratteristiche uniche di questi apparati.

  • Agiscono in un mondo mobile: occorre identificare chiaramente gli specifici bisogni e puntare alla loro soddisfazione. Non si può cercare di abbracciare situazioni troppo generiche oppure puntare troppo sulla tecnologia, data la rapidità con cui evolve;
  • Sono sensibili al contesto: bisogna sapersi muovere in un contesto di relazioni sociali, spaziali, temporali e semantiche, anche se gli strumenti oggi a disposizione per inferirle non sono così sofisticati e affidabili;
  • Devono comunicare: il design di applicazioni per mobile deve saper far emergere in maniera chiara le possibilità che l’utente ha a disposizione.
Notizie su: