QR code per la pagina originale

iTunes, i prezzi flessibili aumentano le entrate

Nonostante abbia causato un calo delle vendite, la nuova strategia di differenziare i prezzi dei propri brani (in vigore da Aprile) ha portato ad un aumento generale degli introiti. Il motivo è nel fatto che gli acquisti degli album non risentono del calo

,

iTunes aumenta i prezzi e le etichette fanno più soldi. L’equazione sembra scontata ma non lo era assolutamente, e soprattutto non lo è se si guarda con attenzione al dettaglio di come siano aumentati gli introiti e di cosa si vende oggi di più.

La sofferta decisione presa ad Aprile di differenziare i prezzi (dopo anni di costo fissato a 0.99 centesimi a brano per chiunque) ha infatti portato ad un immediato calo di vendite di tutti quei brani che sono saliti a 1.29 dollari, ma curiosamente sono rimaste stabili le vendite degli album.

Il risultato quindi è che mentre le vendite delle tracce (aumentate di prezzo) sono calate in alcuni casi anche dell’11%, nelle sei settimane posteriori al cambio il totale degli incassi è aumentato del 12% rispetto alle sei settimane precedenti. L’idea non è quella di aumentare le vendite, dunque, ma aumentare gli introiti. Il che rappresenta peraltro il problema principale delle etichette musicali le quali da anni ormai tentano di tamponare le perdite derivanti dalla caduta verticale del mercato dei CD.

C’è anche da aggiungere il fatto che a risentire della variazione di prezzo sono state più che altro le tracce meno richieste. I brani più popolari infatti sembrano abbastanza insensibili alle variazioni di costo (tranne alcuni casi clamorosi che sono però pochi ed isolati). Se si prendono le vendite dei brani della top40 dei singoli più venduti si scopre che il guadagno è aumentato del 20% sebbene le vendite siano diminuite.

Secondo chi ha voluto fare calcoli specifici per mettere sul bilancino prezzi e distribuzione, la situazione sarebbe molto semplice dal punto di vista matematico: se le vendite degli album non scendono sotto il 29% il nuovo catalogo di prezzi flessibili di iTunes dona alle etichette sicuri introiti maggiori. E per il momento le vendite degli album non sembrano accennare ad un calo.

Commenta e partecipa alle discussioni