QR code per la pagina originale

I “pirati” ci provano con il videostreaming: nasce Video Bay

,

Dopo il controverso processo intentato dalle major contro The Pirate Bay, che sembra aver dato ragione a queste nei confronti dei responsabili del portale, ecco che per i grandi produttori di contenuti si profila una nuova minaccia.

Infatti è online un nuovo sito, chiamato The Video Bay, che è stato ideati dagli stessi protagonisti di The Pirate Bay e che si definisce come “l’alternativa libera a YouTube e simili”. Evidentemente il team dietro al noto tracker aveva già previsto la vendita di Pirate Bay ed è in cerca di una nuova attività.

Sul nuovo portale video sarà possibile per gli utenti caricare video di qualsiasi tipo, anche protetti da copyright, esattamente come avviene su YouTube, con la differenza che Video Bay non si occuperò di rimuovere i video “illegali” in caso qualche major dovesse farsi avanti chiedendone la rimozione.

Una strada nettamente diversa da quella seguita da YouTube, che mette a disposizione strumenti specifici relativamente all’eliminazione dei video di cui non dispone dei diritti di streaming e che potrebbe voler dire che su Video Bay gli utenti potrebbero vedere indisturbati film e programmi TV recentissimi anche in ottima qualità, il tutto senza scaricare nulla sul proprio computer.

Una decisione che aprirà un nuovo contenzioso tra le case di produzione e i ragazzi svedesi di The Pirate Bay, i quali hanno deciso evidentemente di combattere una “guerra totale” contro i colossi dell’entertainment.

Notizie su: