QR code per la pagina originale

Dada, un inizio anno difficile

È un inizio dell'anno difficile per l'intera economia e Dada non rappresenta l'eccezione alla regola: gli utili piombano ad 1,1 milioni (erano 8 milioni un anno prima) ma conferma il proprio impegno per il lancio dei nuovi prodotti in ambito musicale

,

Dada, uno dei gruppi più in vista del Web italiano, chiude il primo semestre dell’anno con numeri dalla doppia faccia. Da una parte v’è il bicchiere mezzo pieno, quello che vede il gruppo galleggiare nonostante il momento difficile dell’economia; dall’altra v’è però un margine spuntato con ricavi in calo ed utili oltremodo penalizzati rispetto ad un anno fa.

Le cifre indicano entrate per 76,3 milioni di euro rispetto agli 81,3 milioni raccolti nella prima metà del 2008. Il margine operativo scende da 14,4 a 10,7 milioni, ma soprattutto l’utile scende da 8 a 1,1 milioni nel giro di 12 mesi. Il risultato operativo (sul quale «hanno inciso ammortamenti per 5,3 milioni di euro, svalutazioni e oneri non caratteristici per 1,5 milioni») scende da 10,4 a 4 milioni di euro. La posizione finanziaria del gruppo è oggi a -33,1 milioni, il che appesantisce il risultati negativo che un anno prima si era fermato a quota -31,4 milioni.

Secondo quanto diramato nella nota ufficiale del gruppo «A livello geografico, il fatturato generato all’estero ha rappresentato il 57% dei ricavi del Gruppo contro il 45% del primo semestre del 2008. Lo sviluppo internazionale è stato conseguito, oltre che per effetto del cambiamento dell’area di consolidamento come meglio descritto in seguito, anche grazie alla crescita della base di clientela Business e Consumer nei diversi mercati internazionali».

Particolarmente significativo, alla luce dell’interpretazione dei risultati semestrali, è l’impegno infuso in alcuni nuovi progetti in ambito musicale: «Nel corso dei primi sei mesi dell’anno in ambito Consumer, Dada ha deciso di concentrare la propria azione sull’innovazione e lo sviluppo di nuovi prodotti, in particolare del nuovo “The Music Movement” per il quale sono stati sostenuti nel semestre significativi oneri a fronte dei quali non sono stati registrati ricavi associati di rilievo. Nel giugno 2009, in un’ottica di sempre maggiore integrazione con le principali community in rete, Dada ha rilasciato l’applicazione “Dada Music Player” che consente di ascoltare, all’interno dei social network più frequentati della rete, tutti i brani musicali provenienti dal catalogo di Dada che ad oggi, costituito da oltre 2,6 milioni di brani MP3 licenziati e scaricabili in modalità DRM-free, conferma il prodotto, seppure ancora in fase di sviluppo, come uno dei più innovativi e competitivi nel panorama della musica digitale».

Notizie su: