QR code per la pagina originale

Bing conquista nuove quote di mercato

Il motore di ricerca di Microsoft continua a crescere. Secondo Nielsen, nel mese di agosto Bing ha aumentato del 22,1% la propria quota di mercato negli Stati Uniti rispetto al mese di luglio. La distanza da Google rimane ancora considerevole

,

Bing è il motore di ricerca con il più alto indice di crescita negli Stati Uniti. Lo ha da poco decretato la società di rilevazione Nielsen, che ha portato a termine una ricerca sui dieci motori di ricerca maggiormente utilizzati durante lo scorso mese di agosto negli States. Dal momento del suo debutto, il nuovo sistema per le ricerche online di Microsoft ha conquistato un numero crescente di utenti, anche grazie alla capillare presenza del motore di ricerca nei tanti portali di Redmond.

Stando ai dati forniti da Nielsen, nel mese di agosto sono state effettuate 1,1 miliardi di ricerche sul solo Bing, condizione che ha fatto registrare un aumento su base mensile pari al 22% rispetto al mese di luglio. Il crescente volume di ricerche ha così fatto raggiungere al motore di ricerca di Microsoft una quota pari al 10,7% nell’agguerrito mercato dei sistemi per effettuare le proprie ricerche in Rete. Nato dalle ceneri di Live Search, Bing si riconferma al terzo posto nella classifica stilata da Nielsen e basata sull’utilizzo del Web da parte degli utenti statunitensi.

Il numero di ricerche effettuate su Bing equivale comunque a circa un sesto delle ricerche realizzate su Google. Con 6,9 miliardi di ricerche nel solo mese di agosto negli States, il motore di ricerca di Mountain View guida la classifica con una quota di mercato pari al 64,6% e un aumento su base mensile pari al 2,9%. Dati meno confortanti per il secondo classificato, Yahoo, che perde circa il 4,2% di ricerche su base mensile campagna di marketing per il suo rilancio.

Dopo la terza posizione di Bing, nella classifica compaiono gli altri protagonisti "minori" delle ricerche online con quote di mercato inferiori ai 4 punti percentuali. AOL Search fa registrare un market share pari al 3,1%, con un apprezzabile incremento delle ricerche pari all’1,8%; Ask.com Search, in quinta posizione, detiene l’1,7% del mercato con una crescita su base mensile pari al 2,9%.

I dati forniti da Nielsen confermano sostanzialmente quanto messo in evidenza nel mese di agosto da un’altra società di rilevazione: comScore. Le prestazioni migliori, riferite all’incremento di ricerche nel breve termine, interessavano anche in quel caso la nuova avventura nel campo delle ricerche online di Microsoft con il suo Bing. L’introduzione di alcune nuove funzionalità, come Visual Search, e l’imminente arrivo di una versione 2.0 potrebbero consentire al motore di ricerca di Redmond di conquistare nuove quote di mercato tali da rendere Bing sempre più competitivo specialmente nei confronti di Google, anche se molto distante e saldamente al comando.

Notizie su: