QR code per la pagina originale

Apple ed Eminem a un passo dal processo

I legali di Apple avrebbero avviato una serie di contatti con i legali di Eminem per evitare l'istituzione di un processo vero e proprio legato alla vendita dei brani del rapper su iTunes. L'accusa è di aver venduto i file senza le dovute autorizzazioni

,

I legali di Apple stanno lavorando alacremente per raggiungere un accordo con gli avvocati del rapper Eminem ed evitare una causa legale potenzialmente lunga e dannosa per l’immagine della società di Cupertino. Se le due parti non riusciranno a stringere un patto entro la giornata di oggi, il caso sarà affidato ai magistrati che potranno provvedere all’istituzione di un processo vero e proprio. Apple è accusata da Eminem di aver ricavato circa 2,5 milioni di dollari dalla vendita non autorizzata della maggior parte dei suoi brani musicali.

Una prima causa legale fu depositata da Eight Mile Style, la società che si occupa del rapper, nel corso del 2005 in seguito all’introduzione su iTunes di 93 brani di Eminem. Apple e l’etichetta discografica Aftermath furono accusate di violazione del diritto d’autore per aver messo in vendita i file musicali senza le dovute autorizzazioni da parte di Eight Mile Style. Secondo la società, infatti, Aftermath avrebbe detenuto i diritti per negoziare la sola vendita dei CD musicali, ma non la distribuzione delle versioni digitali online. Secondo i legali di Eminem, Apple avrebbe così ricavato circa 2,5 milioni di dollari dalla vendita dei brani del rapper, mentre Aftermath avrebbe raggiunto quota 4 milioni di dollari grazie ai diritti.

«Eight Mile Style e Martin Affiliated [altra società coinvolta nell’azione legale, ndr] non hanno fornito alcuna autorizzazione. Dunque, la riproduzione e la distribuzione da parte di Apple dei contenuti digitali tramite iTunes costituisce una costante, e intenzionale, violazione degli interessi di Eight Mile e Martin legati al diritto d’autore» si legge nella causa depositata presso l’Eastern District Court del Michigan (USA). Benché la causa risalga a circa quattro anni fa, i brani di Eminem possono essere scaricati normalmente da iTunes. Apple rifiuta, infatti, le accuse mosse dai legali del rapper sostenendo da tempo di avere tutti i diritti per commercializzare la sua musica grazie all’accordo raggiunto con Aftermath.

Nonostante le due parti appaiano fermamente arroccate sulle loro posizioni, secondo alcune indiscrezioni circolate online nel corso degli ultimi giorni, i contatti tra Apple e Eight Mile Style si sarebbero intensificati. Cupertino sembra essere intenzionata a raggiungere un accordo teso a preservare la vendita dei brani di Eminem su iTunes rimodulando magari i patti raggiunti con Aftermath. I tempi sono molto stretti: in mancanza di un accordo entro le prossime ore, la vicenda sarà portata all’attenzione dei magistrati che potranno decidere se istituire o meno un processo vero e proprio.

I rapporti tra Apple ed Eminem si incrinarono già una volta alcuni anni fa a causa di una pubblicità per gli iPod basata sul brano “Lose Yourself”. I legali del rapper contestarono l’utilizzo non autorizzato della canzone e raggiunsero un accordo extragiudiziale con Cupertino. I precedenti dunque non mancano, ma trovare un accordo sulla distribuzione dei 93 brani e sugli introiti derivanti dalla loro vendita non sarà semplice.

Notizie su: