QR code per la pagina originale

Myngle, lezioni di lingua online con insegnanti in carne e ossa

,

Myngle è un servizio per imparare le lingue per certi aspetti simile a Sclipo, ma più orientato verso lezioni individuali faccia-a-faccia che sui corsi.

E quindi, in un certo senso, ancora più social network del secondo, e ci si può registrare alternativamente come studente o come insegnante.

Per gli insegnanti, la procedura è più lunga, perché va inserita tutta una serie di parametri come le nostre disponibilità orarie, il costo di ogni singola lezione e il costo di almeno un pacchetto di lezioni.

Ebbene sì, si può guadagnare qualcosa con questo sito, e anzi, a differenza di Sclipo, questa possibilità è già prevista con l’account gratuito, senza quindi dover pagare un canone mensile. Sarà però Myngle che preleverà una commissione del 18% sulle transazioni effettuate con i nostri studenti.

I secondi, invece, possono navigare tra corsi e insegnanti. In realtà, anche quando scegliamo un corso, finiamo comunque con il rapportarci ad un insegnante di riferimento, colui che ha messo online il materiale.

Una delle basi del funzionamento del sito è poi il sistema dei commenti, lasciati dagli studenti che hanno avuto a che fare con quel professore, e che ci permette di valutare se siano bravi o meno.

In entrambi i casi, sia che ci muoviamo da studenti che da professori, possiamo sfruttare l’aspetto sociale del sito per cercare altri utenti.

Gli insegnanti hanno poi la possibilità di lasciare il proprio materiale a disposizione, se, pubblicandolo, optano per una lienza Creative Commons.

In definitiva, un servizio potenzialmente utile e ben realizzato. Curioso notare come i prezzi delle lezioni siano fissi, almeno nei minimi, e quindi non tengono conto delle differenze tra le varie economie mondiali. Un africano che volesse prendere lezioni di italiano dovrebbe pagare lo stesso di un norvegese.

Questo è un problema, però, più generale e riguarda il commercio elettronico nel suo complesso, ma qui salta di più all’occhio vista la natura transnazionale del servizio offerto.

Notizie su: