QR code per la pagina originale

Arriva in Italia YouTube EDU: il canale dedicato alle informazioni sull’Università

,

Arriva anche in Italia YouTube EDU, il canale del portale video più conosciuto del Web e che si occuperà di raccogliere e convogliare in un’unica offerta tutto il materiale che i vari atenei che decideranno di far parte del progetto metteranno a disposizione degli studenti.

Per adesso sono un paio le università che hanno aderito, si tratta dell’Università Bocconi e del Politecnico di Milano, ma in seguito è probabile che arrivino altre adesioni, andando così ad arricchire l’offerta dei filmati presenti in catalogo.

Il progetto sbarca così in Europa dopo il successo avuto negli Stati Uniti, dove è diventato un ideale strumento per avvicinare il mondo dell’università con i futuri studenti, i quali hanno una maniera nuova e sicuramente più vicina al loro linguaggio per decidere quale ateneo scegliere.

Non sarà però solo quello di presentare i servizi offerti lo scopo di YouTube EDU. Ad esempio, le due università italiane che già hanno aderito hanno presentato sul canale i filmati di alcuni eventi organizzati all’interno dell’ateneo, per non dire poi delle possibilità date come quella di interagire con la community grazie ai commenti ai video che chiunque può lasciare, così che gli studenti possano confrontarsi direttamente con i docenti sui temi di maggiore interesse.

Il progetto, quindi, ha una sua validità importante anche nell’ottica del rinnovamento dell’università italiana, anche alla luce del fatto che, se avrà successo, il servizio potrebbe anche arricchirsi di nuove presenze di altri importanti poli didattici, come spiega Giorgia Longoni, Direttore Marketing Google Italy:

YouTube EDU è una sorta di “bacheca globale” che racchiude contenuti di vario interesse legati al mondo delle università, utili per chi cerca informazioni sui corsi e sui campus o per chi si è già laureato, ma vuole tenersi in contatto con la vita e le iniziative culturali della sua ex università. È un’iniziativa che abbiamo lanciato negli USA e che ora estendiamo ad altri paesi, compresa l’Italia, anche a seguito di un interesse manifestato dalla community degli utenti verso questa tipologia di contenuti. Questo hub è un progetto in divenire che ci auguriamo raccolga nel tempo sempre più istituzioni universitarie anche nel nostro Paese.

Un entusiasmo giustificato dall’esperienza soddisfacente fatta negli Stati Uniti e che dovrebbe riscuotere, così sperano dalle parti di Google, un importante successo anche nei paesi del “vecchio continente”.

Notizie su: